Vacanze in Germania: dove si può viaggiare e cosa si può fare nei vari Land

0
408
vacanze in germania

Quest’anno, il tema delle vacanze in Germania è particolarmente scottante. Tutte le misure di contenimento della pandemia, soprattutto quelle implementate a livello nazionale, hanno visto un braccio di ferro costante fra richiami alla sicurezza e pressioni delle autorità locali e delle imprese per ottenere più aperture e libertà di movimento. Dopo la decisione del governo di garantire più libertà a chi è già stato vaccinato o è guarito dal Covid, molti Land tedeschi hanno iniziato a pianificare la stagione estiva, ipotizzando caute aperture che permettano un afflusso turistico sicuro e controllato.

L’obiettivo è salvare la stagione per tutti gli operatori del settore, permettendo ad alberghi, ristoranti e campeggi di lavorare, ma anche alla popolazione, stremata da mesi di restrizioni, di concedersi qualche giorno di ferie in sicurezza. Vale la pena di notare che, nonostante l’applicazione a livello nazionale delle misure anti-Covid, le regole in materia di viaggi e turismo all’interno dei diversi Land non sono necessariamente omogenee. In particolare, i Land possono, a discrezione, concedere alcune aperture se l’incidenza locale scende sotto i 100 casi. Chi sceglierà di trascorrere le vacanze in Germania quest’anno dovrà quindi informarsi per tempo sulle norme in vigore nello Stato o nella città di destinazione, onde evitare delusioni e spiacevoli sorprese.


Leggi anche:
Ingresso in Germania, da oggi cambiano le regole: vediamole tutte

 


Amburgo

La città di Amburgo, che ha registrato un’incidenza stabile sotto i 100 e fra le più basse in Germania insieme a quella dello Schleswig-Holstein, ha potuto revocare il freno d’emergenza e il coprifuoco notturno, ma non prevede nuove aperture fino alla fine del mese. Dai primi di giugno si ipotizza la riapertura delle attività di gastronomia all’aperto e delle attività culturali come spettacoli e concerti. I pernottamenti nelle strutture ricettive, come hotel e pensioni, saranno invece permessi dalla seconda metà di giugno, a fronte di un’incidenza stabile o in calo.

vacanze in germania amburgo

Assia

Al momento non sono previste riaperture in Assia. Le decisioni in merito sono state rimandate alla prossima settimana e saranno prese in base ai dati di incidenza allora disponibili. Gli operatori del settore della gastronomia attendono con ansia l’allentamento del freno di emergenza, ma allo stato attuale non è possibile ipotizzare una data.

Baden-Württemberg

In questo momento la priorità per le riaperture nel Baden-Württemberg riguarda il settore della gastronomia, che sta dando segnali di sofferenza particolarmente pronunciati. Si spera nelle prime riaperture già a partire dalla fine del mese, ovviamente solo per le attività che possano garantire il servizio all’aperto. Qualora il livello di incidenza dovesse permettere questo primo rilassamento, nelle riaperture saranno coinvolte anche le attività culturali e turistiche. Al momento, tuttavia, le cifre del contagio non permettono allentamenti del lockdown.

Baviera

Le prime riaperture in Baviera sono previste per il fine settimana di Pentecoste (quindi da venerdì 21 maggio). Se l’incidenza settimanale resterà sotto il livello di guardia, sarà possibile riaprire al pubblico alberghi, case vacanza, pensioni, campeggi, ostelli, ristoranti e Biergarten. Per tutto il settore della gastronomia, l’orario di chiusura previsto è alle 22. Anche i servizi di trasporto dedicati ai turisti torneranno in attività e sarà possibile prenotare giri in barca su fiumi e laghi e organizzare tour cittadini all’aperto. In tutti i casi, a chi deciderà di soggiornare in Baviera o di prendere parte ad attività turistiche, verrà richiesto un test negativo non più vecchio di 24 ore. Anche i teatri, le sale da concerto, i teatri d’opera e i cinema potranno aprire, se l’incidenza rimarrà stabile, a partire da lunedì 10 maggio. Inoltre, l’Austria permette gli ingressi dalla Baviera senza quarantena.

vacanze in Germania Baviera

Bassa Sassonia

Già da questo lunedì la Bassa Sassonia ha cautamente riaperto le attività legate al turismo, fra cui hotel, campeggi, ristoranti all’aperto e case vacanza. Al momento possono pernottare all’interno del Land solo i residenti o coloro che vi abbiano registrata una residenza secondaria, mentre le gite senza pernottamento sono permesse anche a chi arriva da altri Stati. Per accedere alle strutture turistiche o andare al ristorante è obbligatorio presentare un test negativo o il certificato di vaccinazione o avvenuta guarigione. Il 31 maggio entrerà in vigore una nuova ordinanza del Land sul contenimento della pandemia, nella quale – se l’incidenza resta sotto i 100 – ci si aspetta possa essere inserita la possibilità di accedere alle attività turistiche anche per i non residenti, in maniera graduale, oltre a un rilassamento delle restrizioni sul commercio al dettaglio. Se la tendenza al ribasso dei contagi continuerà, la Bassa Sassonia potrebbe diventare una delle mete più accessibili per le vacanze in Germania.


Leggi anche:
Incidenza sotto i 100: Berlino pensa alle riaperture

 


Berlino

La capitale tedesca è la destinazione più popolare fra coloro che sperano di trascorrere le vacanze in Germania, ma per il momento la situazione è tutt’altro che stabile. Le riaperture a Berlino sono slittate dopo che, nella giornata di lunedì, l’incidenza settimanale è tornata, se pur di poco, sopra i 100. Questo vuol dire che, invece che dalla prossima settimana, le riaperture di caffè e ristoranti potrebbero essere possibili a partire dal fine settimana di Pentecoste, a patto che i numeri del contagio si mantengano stabili o continuino a calare. Se così sarà, anche i battelli turistici e le gite turistiche all’aperto saranno nuovamente accessibili al pubblico. Il sindaco Michael Müller (SPD) si è detto fiducioso in una possibile ripresa del turismo per la stagione estiva.

Brandeburgo

Le restrizioni nel Brandeburgo verranno allentate a partire dal fine settimana di Pentecoste, con la riapertura della gastronomia all’aperto, anche se la coalizione di governo del Land non ha ancora divulgato i dettagli del piano di riapertura. Si parla in generale di attività all’aperto, che comprendono anche lo sport e la cultura. Nella giornata di martedì si svolgerà un vertice locale per determinare la possibilità e le modalità di allentamento del lockdown, vertice i cui esiti dovrebbero essere ufficialmente annunciati giovedì.

Brema

Al momento l’incidenza nella città di Brema appare ancora stabilmente superiore a 100, anche se in ribasso. Non sono previste riaperture fino a quando la situazione non sarà stabilizzata sotto i limiti previsti dal freno d’emergenza.

vacanze in Germania Seebrücke

Meclemburgo-Pomerania Occidentale

Il Meclemburgo-Pomerania Occidentale prevede di far ripartire la gastronomia all’aperto a partire dal 23 maggio e di riaprire le strutture turistiche a partire dal 7 giugno per i residenti del Land e a partire dal 14 giugno per i turisti provenienti da fuori. È già possibile prenotare. Chi invece desiderasse concedersi solo una gita fuori porta senza pernottamento (o chi, provenendo da un altro Land, sia proprietario di una seconda casa in Meclemburgo-Pomerania Occidentale) può già farlo a partire da mercoledì 12 maggio se completamente vaccinato o guarito. Le regole attualmente in vigore sono confermate fino al 22 maggio e, anche se non è chiaro quali ulteriori aperture ci si possa aspettare, le autorità locali sono fiduciose che il Land possa permettersi qualche rilassamento in più, considerato che l’incidenza del contagio è stabilmente sotto i 50 casi settimanali per 100.000 abitanti.

Nord Reno-Westfalia

A partire da mercoledì, i ristoranti all’aperto saranno di nuovo aperti solo nelle città di Soest e Lippstadt, mentre da sabato, a Düsseldorf, si potrà di nuovo fare acquisti in modalità “Click and Meet”. Queste sono le uniche aperture previste fino a questo momento, dal momento che l’incidenza nel resto dello stato non ne permette di ulteriori. In tutti i casi, per accedere alle attività riaperte, i clienti dovranno presentare le consuete prove di negatività (test, vaccinazione o guarigione).

Renania-Palatinato

A partire da mercoledì, la Renania-Palatinato vedrà le prime riaperture nei distretti e nelle città indipendenti che abbiano mantenuto un’incidenza stabile sotto i 100. Si prevede che i primi a poter andare in vacanza saranno coloro che viaggiano in camper e coloro che intendono pernottare in appartamenti piuttosto che in hotel o pensioni.

Sassonia

Nel Land della Sassonia, per il momento sarà solo la città di Lipsia a riaprire, a partire da sabato, i campeggi, la gastronomia all’aperto e le case vacanza. Se l’incidenza scenderà sotto i 50, si potranno permettere nuovamente anche i pernottamenti in albergo. L’unica altra città del Land che si avvicina alla possibilità di riaperture, avendo recentemente portato l’incidenza sotto il livello di guardia, è Dresda. Insieme alla Turingia, la Sassonia è uno degli stati con l’incidenza media più alta.

Sassonia-Anhalt

La Sassonia-Anhalt è pronta a permettere di nuovo i progetti pilota e le riaperture nelle regioni che mantengano un’incidenza sotto i 100 per cinque giorni lavorativi di fila, ma fino a questo momento soltanto il Madgeburgo ha soddisfatto questa condizione. Se le cose non cambiano nei prossimi giorni, a partire da domenica è prevista la ripresa della gastronomia all’aperto, del commercio al dettaglio, degli eventi culturali e delle attività legate al turismo.

vacanze in germania bansin ostseee mar baltico

Schleswig-Holstein

In quattro regioni dello Schleswig-Holstein le attività legate al turismo hanno già in parte riaperto e dal 17 maggio dovrebbero nuovamente essere permessi i pernottamenti e i servizi di gastronomia al coperto (quella all’aperto è consentita in tutto il Land). Sarà quindi possibile andare in vacanza nella zona della baia di Lubecca, in alcune delle più popolari località turistiche del Mar Baltico come Timmendorfer Strand, Scharbeutz, Neustadt e Sierksdorf, ma anche nella Frisia del Nord, nella regione di Schlei, nelle zone di Schleswig e Kappeln, a Eckernförde, Halligen e Büsum.

Le autorità locali, ben consapevoli che questi rilassamenti sono possibili solo perché l’intero stato ha mantenuto costantemente l’incidenza sotto il livello di guardia e fra i più bassi del Paese, hanno imposto misure di sicurezza piuttosto rigide, come condizione per le riaperture. Per poter godere delle libertà offerte nelle varie località turistiche, infatti, sono richiesti test a intervalli ravvicinati. L’obbligo di test non vale per chi può presentare un certificato di completa vaccinazione o può comprovare di essere guarito dal Covid.

Saarland

Il Saarland aveva adottato, prima dell’introduzione del freno d’emergenza, un modello di riapertura sperimentale che le autorità locali sperano di riprendere al più presto, non appena l’incidenza sarà scesa sotto i 100. Tale modello è basato essenzialmente su un impiego massiccio dei test per permettere aperture abbastanza ampie. Naturalmente, a fronte dei nuovi regolamenti, il certificato di vaccinazione o guarigione viene equiparato al test negativo. Inoltre, a partire dal prossimo giovedì, non è più obbligatorio il test alla frontiera con il distretto francese della Mosella, il che permetterà anche ad alcuni turisti francesi di concedersi brevissime vacanze in Germania.

Vacanze in Germania: controlla le regole prima di partire!

A chiunque voglia trascorrere le vacanze in Germania, suggeriamo comunque di verificare sui siti ufficiali dei singoli Land, poiché, con il modificarsi dell’incidenza, le regole possono cambiare molto rapidamente.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!