Attivista del clima ferito durante un blocco a Berlino: portato in ospedale

Attivisti del clima di "Ultima Generazione" bloccano l'incrocio di Frankfurter Tor, il 22 giugno del 2022. Foto di Lucia Conti

Un attivista del clima, appartenente al movimento noto come “Ultima generazione”, è rimasto ferito durante uno dei blocchi del traffico che a Berlino vanno ormai avanti da giorni.

L’uomo ha riportato una frattura della clavicola e una lieve commozione cerebrale. Gli attivisti accusano le forze dell’ordine, che ancora non hanno commentato la notizia. Sono comunque in corso le indagini di rito.

Attivista del clima ferito durante un blocco stradale a Berlino

Sono giorni che gli attivisti per la protezione del clima di “Ultima generazione” mettono in atto, a Berlino, delle azioni di disturbo del traffico. Giovedì uno di loro è rimasto ferito durante un blocco dell’autostrada cittadina, evento confermato anche dalla polizia. Secondo il Tageespiegel, i disagi si sono verificati in prossimità delle uscite di Halensee e Sachsendamm, dove diversi manifestanti hanno occupato la carreggiata. Il centro informazioni sul traffico di Berlino ha inoltre segnalato su Twitter l’ingombro di entrate e uscite sulle autostrade A111, A100 e A113, mentre l’ingorgo peggiore si sarebbe verificato, sempre sull’A100, in direzione Neukölln.

“Ultima generazione” ha pubblicato su Twitter un video in cui il manifestante ferito dichiara di aver subito una frattura della clavicola e una lieve commozione cerebrale. L’uomo, che ha un braccio al collo, aggiunge di aver riportato anche delle escoriazioni e sostiene che il suo zaino sia stato lacerato.

Sempre secondo il video, otto manifestanti, in mattinata, avrebbero bloccato il traffico all’uscita dell’autostrada di Konstanzer Straß, a Wilmersdorf, e quattro sarebbero rimasti bloccati. La polizia avrebbe sgombrato la strada, ma gli attivisti sarebbero tornati a bloccare le uscite e gli agenti li avrebbero allontanati spingendoli. Da lì, la situazione sarebbe degenerata e a un certo punto una persona avrebbe lamentato dolori alla testa e alle spalle e sarebbe stata in seguito soccorsa da un’ambulanza e portata in ospedale, cosa confermata anche dalla polizia.

In un comunicato ufficiale, Letzte Generation accusa direttamente le forze dell’ordine per quanto accaduto all’attivista ferito, sostenendo che l’uomo sia stato ferito da un poliziotto. La polizia di Berlino non ha tuttavia ancora commentato la notizia, pur avendo dichiarato di aver preso visione del video. Si stanno comunque svolgendo indagini a riguardo.


blocchi stradali

Leggi anche:
Intervista a un’attivista di Letzte Generation Berlino durante il blocco di Frankfurter Tor

In occasione del recente blocco dell’incrocio di Franfurter Tor, a Friedrichshain, un’esponente di “Ultima Generazione” ha parlato anche con Il Mitte, comunicandoci l’intenzione di continuare a oltranza con i blocchi del traffico, fino al conseguimento dell’obiettivo. Al momento gli attivisti chiedono che il cancelliere tedesco Olaf Scholz si impegni a non estrarre petrolio dal Mare del Nord e in generale a rinunciare ai combustibili fossili.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest