Danni da maltempo in Germania: chi paga?

Nadia, Ylenia, Zeynep e, nel fine settimana, Antonia: la Germania è stata attraversata da una serie di tempeste che hanno provocato danni a cose e persone e incidenti anche mortali. Che cosa fare quando il maltempo danneggia la nostra casa, la nostra auto o il giardino? Chi paga se un albero si abbatte sulla nostra proprietà o sul nostro mezzo? E se siamo coinvolti in un incidente a causa del vento e della pioggia mentre ci rechiamo al lavoro? Nella selva delle assicurazioni tedesche, non tutti sanno a chi rivolgersi nel caso dei danni da maltempo. Ecco una breve panoramica delle opzioni a disposizione per chi vive in Germania.

Danni da maltempo a edifici e giardini

L’assicurazione degli edifici residenziali (Wohngebäudeversicherung, che viene contratta dal proprietario dell’immobile) paga tutti i danni alla casa, comprese le proprietà annesse, in caso di venti di forza uguale o superiore a 8, ovvero con una velocità fra i 62 e i 75 chilometri orari. Per intenderci, la tempesta Ylenia, nella giornata di giovedì scorso, ha causato a Berlino venti di forza 10. I danni più comuni causati da questo tipo di fenomeno sono lo scoperchiamento di tettoie, la rottura di vetri e finestre a causa della caduta di rami o dell’impatto di oggetti portati dal vento e i danni da grandine.

‘assicurazione del proprietario, in generale, copre i danni a tutto ciò che fa parte in maniera permanente della casa o del giardino, come garage, tettoie, elementi architettonici in muratura, purché questi siano esplicitamente inseriti nell’assicurazione. Se, per esempio, avete fatto costruire una piscina in giardino e non avete avvertito la vostra assicurazione, la piscina non sarà assicurata. Questo tipo di assicurazioni non coprono neppure le strutture mobili o temporanee, come gazebo smontabili, giochi per bambini o arredi da giardino, per i quali si fa invece riferimento all’assicurazione domestica (Hausratversicherung, che, nel caso di appartamenti in affitto, compete all’affittuario).

Sempre all’assicurazione domestica occorre rivolgersi se a essere danneggiato è lo spazio interno della casa, quello in cui si vive, per esempio a causa dell’azione combinata del vento e della pioggia. In entrambi i casi è fondamentale segnalare il danno il più presto possibile e scattare delle foto prima di compiere qualsiasi altra azione (per esempio, se un ramo è caduto su una tettoia danneggiandola o un oggetto si è abbattuto contro una finestra rompendola, è importante fotografarli prima di rimuoverli, mentre se il pavimento si è allagato danneggiando i mobili della cucina è importante scattare delle foto prima di asciugarlo).

Attenzione però a non confondere i danni da pioggia con quelli da inondazione. Una cantina allagata, per esempio, non è coperta dall’assicurazione del proprietario sugli immobili residenziali, ma dall’assicurazione contro i rischi naturali (Elementarschadenversicherung). Questa assicurazione non può essere stipulata singolarmente, ma è disponibile come opzione aggiuntiva di una polizza di assicurazione per edifici residenziali e di un’assicurazione domestica. Copre anche i danni causati da frane, valanghe, e straripamenti del sistema fognario a causa di forti piogge, nel caso che questi ristagnino nei tubi di scarico degli edifici.

Può essere interessante sapere che le biciclette sono coperte dall’assicurazione domestica, la quale paga i danni al mezzo se questo è stato danneggiato mentre si trovava all’interno della proprietà. Se però è la bicicletta a causare un danno, per esempio cadendo e danneggiando un’auto, occorrerà rivolgersi alla propria assicurazione privata di responsabilità civile (Privat-Haftpflichtversicherung), in mancanza della quale il proprietario della bicicletta è tenuto a pagare i danni.


Leggi anche:
Maltempo: arriva Zeynep. Venti fino a 140 km/h e inondazioni nel nord della Germania

Danni da maltempo ad automobili e motocicli

La maggior parte delle polizze assicurative per le auto, sia parziali che casco, coprono i danni da maltempo per vetri rotti, carrozzeria ammaccata e danni agli specchietti. Nello specifico, l’assicurazione a copertura parziale (Teilkaskoversicherung) copre i danni a partire da venti di forza 8. L’assicurazione completa spesso copre anche i danni causati venti di forza inferiore e in generale i danni relativi a oggetti che si abbattono contro l’auto a causa del vento, come rami o tegole. Anche in questo caso è fondamentale fotografare tutti i danni e segnalarli tempestivamente all’assicurazione. Vale però la pena di verificare i termini della propria polizza, poiché le assicurazioni convenzionali contro terzi non coprono questo genere di danni.

Se invece è il vostro veicolo a causare il danno, come nel caso di uno scooter parcheggiato che si ribalta contro un’auto a causa del forte vento, come nel caso della bicicletta, solo l’assicurazione completa coprirà tutti i danni, altrimenti potrebbe essere il caso di rivolgersi all’assicurazione privata di responsabilità civile per verificare se l’eventualità in questione è prevista dalla vostra polizza. Questo tipo di eventi, però, fanno salire il premio dell’assicurato, anche se il danno non è stato causato intenzionalmente. Vale la pena, prima di effettuare la richiesta di copertura, di informarsi presso il proprio assicuratore per verificare se sia più conveniente chiedere il rimborso e affrontare l’aumento del premio o pagare di tasca propria i danni causati dal veicolo.

Cosa fare se si causa un danno ad altri?

L’assicurazione privata di responsabilità civile tutela anche nel caso che un oggetto di vostra proprietà, per esempio una fioriera lasciata sul balcone, danneggi qualcun altro a causa del forte vento. In caso di mancanza di questa copertura assicurativa, le conseguenze possono essere anche molto gravi: se, per esempio, un passante viene ferito in modo grave e perde la capacità di lavorare a causa dell’impatto con un oggetto lasciato sul balcone, il proprietario dell’oggetto potrebbe essere costretto a pagare per tutta la vita l’equivalente di una pensione al danneggiato.

Nel caso di danni simili causati da elementi che pertengono all’edificio, come per esempio le tegole strappate dal vento, sarà l’assicurazione privata di responsabilità civile del proprietario a coprire i costi.

Fonte: Berliner Zeitung

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest