Da lunedì partono i lavori su Unter den Linden: più spazio alle bici, meno alle auto private

0
146
Unter den Linden

Da lunedì 25 ottobre, l’iconica via Unter den Linden, nel centralissimo quartiere berlinese di Mitte, è destinata a diventare un cantiere – uno dei tanti che punteggiano il cuore della capitale tedesca. Il progetto, che coinvolge due tratti di strada: quello tra Universitätsstraße e Wilhelmstraße e quello che inizia sullo Schlossbrücke e finisce davanti all’incrocio fra Spandauer Straße e Karl-Liebknecht-Straße, prevede di cambiare il volto di questa storica arteria cittadina, per trasformarla in uno spazio a misura di ciclista, sacrificando parte dello spazio al momento dedicato alle macchine.

In futuro, Unter den Linden diventerà una ZTL

A lavori terminati, Unter den Linden dovrebbe offrire una corsia in più per i ciclisti e una per gli autobus – al momento, per un lungo tratto, i mezzi pubblici e le biciclette devono condividere la medesima corsia, il che presenta innegabili rischi e costringe spesso gli appassionati delle due ruote a spostarsi sulla corsia delle auto per non intralciare la strada ai bus. Al momento, le automobili possono usufruire di due corsie per ogni senso di marcia, mentre, a progetto ultimato, ne avranno a disposizione solo una per ogni direzione.


Leggi anche:
Friedrichstraße senza auto: semaforo verde per la “Flaniermeile Friedrichstraße”

 


Questa prima modifica non è che una fase intermedia di un progetto più ampio, che prevede, in futuro, il divieto di accesso alla via per tutte le auto private – come avviene nelle zone più centrali di moltissime capitali europee.

Nuovi parcheggi per bici ed e-scooter

La prima fase del cantiere prevederà una ripavimentazione della strada, che dovrebbe durare fino a giugno dell’anno prossimo, per poi passare alle modifiche strutturali. Le corsie, ha fatto sapere una portavoce dell’azienda BVG Projekt GmbH, che gestisce i lavori, saranno chiuse su un lato per volta della strada. Al termine del processo di ristrutturazione, che dovrebbe durare, nel complesso, quattro anni, saranno disponibili anche nuove fermate dell’autobus e parcheggi per biciclette ed e-scooter. Lo scopo è favorire gli spostamenti dei turisti intorno alla Porta di Brandeburgo e incentivare la mobilità sostenibile a scapito del traffico automobilistico privato.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest