Nuove piste ciclabili a Schönhauser Allee: i residenti lo chiedevano da anni

0
122
Schönhauser Allee
Schönhauser Allee. Orderinchaos, CC. Orderinchaos, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

Schönhauser Allee, in particolare la sezione all’altezza di Eberswalder Straße, è uno degli angoli più riconoscibili di Berlino – per gli abitanti, assai più che per i turisti.

Questo angolo di Prenzlauer Berg sta per cambiare completamente volto, trasformandosi – nelle intenzioni del Dipartimento per l’ambiente, i trasporti e la protezione del clima del Senato di Berlino – da svincolo trafficato che mette a repentaglio la sicurezza di ciclisti e pedoni in una zona molto più sicura per chi si sposta senza mezzi a motore.


senza auto

Leggi anche:
Berlino, Görlitzer Ufer senza auto per 5 giorni: per vedere come si sta

 


Nuove piste ciclabili a Schönhauser Allee: i residenti lo chiedevano da anni

“La riprogettazione di Schönhauser Allee è uno dei progetti più significativi legati al rinnovamento della mobilità che il quartiere chiede da anni. Tiene conto del traffico di biciclette in aumento migliora la sicurezza e la qualità della vita di tutto il quartiere”, ha affermato Vollrad Kühn (Verdi), vicesindaco di Pankow e assessore allo sviluppo urbano e ai servizi ai cittadini. La decisione arriva infatti dopo anni di richieste da parte dei residenti, che lamentavano la scarsa sicurezza di questo tratto stradale.

I lavori dovrebbero iniziare a metà del 2022

Il progetto prevede il riadattamento di una sezione lunga oltre 700 metri compresa fra la stazione della metropolitana di Eberswalder Straße e il punto in cui la Schönhauser Allee incrocia S. Qui sarà ampliato lo spazio dedicato a ciclisti e pedoni. L’annuncio è stato dato martedì e si prevede che i lavori iniziano a metà del 2022 per concludersi nel quarto trimestre dello stesso anno.

Le piste ciclabili esistenti non sono adatte

Chi frequenta Prenzlauer Berg, naturalmente, sa che le piste ciclabili sono già presenti su Schönhauser Allee e che sono anche molto trafficate, ma i ciclisti le giudicano anche scomode e poco sicure, in quanto troppo strette e tracciate sui marciapiedi, invece che sulle carreggiate, il che non di rado costringe i ciclisti a farsi strada fra i tanti pedoni che le occupano. Gli incroci, inoltre, sono particolarmente difficili e pericolosi da navigare su due ruote, a causa della compresenza delle fermate dell’autobus. Nel complesso, la situazione attuale presenta una serie di problemi che il Senato ha ritenuto opportuno affrontare in tempi rapidi, cercando di coniugare le esigenze di tutti gli utilizzatori della strada, dai pedoni agli automobilisti.

A essere sacrificati, saranno i parcheggi

Il viale di per sé non è certo stretto, ma non è comunque pensabile ridurre la carreggiata su un’arteria così importante del traffico berlinese. Per questo motivo saranno i parcheggi a essere sacrificati. Dalla corsia di destra, sulla quale ora è possibile posteggiare le auto, saranno infatti create piste ciclabili protette da entrambi i lati, garantendo al contempo lo scorrimento fluido del traffico a pedali e la sicurezza dei ciclisti. Questo permetterà di liberare più spazio per il traffico pedonale, inserendo griglie di parcheggio per le biciclette e dedicando una parte dello spazio calpestabile alla gastronomia all’aperto.

Saranno assicurate zone di carico e scarico per i fornitori che hanno bisogno di raggiungere gli esercenti locai, mentre il traffico automobilistico verrà mantenuto su due corsie, una delle quali condivisa con il tram.

Nuove piste ciclabili anche a Mitte

Misure simili saranno prese anche a Mitte: nel tratto di Torstraße gra Rosenthaler Platz e l’incrocio con Hannoversche Straße e Chausseestraße, saranno create due piste ciclabili, una per lato, della larghezza di due metri e trenta l’una.

Tutte queste modifiche si collocano nell’ottica di una riqualificazione della mobilità a Berlino, che punta a favorire le opzioni sostenibili e ad incrementare la sicurezza di chi non si sposta in auto.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!