Sparatoria a Lichtenberg, due aggressioni forse legate alla gelosia

0
139
Sparatoria a Lichtenberg

Due uomini sono stati ricoverati lunedì sera, dopo essere stati raggiunti da alcuni colpi di arma da fuoco nel quartiere berlinese di Lichtenberg, rispettivamente in Skandinavische Straße e a un chilometro e mezzo di distanza, in Köpitzer Straße. Le due vittime sarebbero state trovate a circa 90 minuti l’una dall’altra, il che non aveva fatto immediatamente pensare che l’aggressore potesse essere lo stesso per entrambi. Una conferma in tal senso è arrivata solo più tardi. Le indagini, al momento, si concentrano su un uomo, attualmente ricercato, proprietario di tre snack bar in città.


indossare la mascherina

Leggi anche:
Spara al cassiere della stazione di servizio per non indossare la mascherina

 


Sparatoria a Lichtenberg: forse un errore di persona

Stando alla ricostruzione degli agenti, la sparatoria sarebbe iniziata a Skandinavische Straße intorno all 22.30, quando l’aggressore ha esploso i primi colpi contro un trentaseienne, ferendolo alla coscia. La polizia ritiene ora che possa essersi trattato di un errore di persona. Il ferito, infatti, ha dichiarato di non conoscere l’uomo che gli ha sparato, il quale si sarebbe subito allontanato. Tanto il ferito quanto la moglie avrebbero confermato che l’uomo non aveva nemici e non risultavano motivi per cui avrebbe dovuto essere designato come vittima di un’aggressione armata. Arrivato poi in Köpitzer Straße, l’autore del gesto avrebbe quindi aperto il fuoco all’indirizzo di un ventisettenne, anche in questo caso puntando alle gambe, per poi fuggire a bordo di un’Audi Q7 nera.

Il movente potrebbe essere la gelosia

La polizia ha isolato alcune aree del quartiere e impiegato diversi agenti e anche un elicottero per cercare l’auto del colpevole, fino a ora senza successo. Tutte e tre le persone coinvolte sarebbero di nazionalità turca.

In un primo momento, anche a causa delle modalità dell’aggressione, le indagini si erano orientate sull’ambiente dei clan e della criminalità organizzata, nel quale è comune sparare alle gambe a scopo intimidatorio. Il portavoce della polizia, tuttavia, ha fatto sapere che il movente di queste due aggressioni sembra essere di natura personale, nello specifico legato alla gelosia.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest