Nuove regole Covid a Berlino: il certificato vaccinale cartaceo non basta più

0
262
regole covid a Berlino

Le regole Covid a Berlino tornano a cambiare, anche se in minima parte. Martedì il Senato ha approvato alcune modifiche alle disposizioni in vigore per il contenimento della pandemia, in particolare in riferimento ai certificati di vaccinazione e alla regola 2G. Le nuove disposizioni verranno applicate a partire da questa domenica.

Il pass cartaceo non basta più

Per quanto riguarda i certificati, l’obiettivo delle modifiche è contrastare il più possibile le contraffazioni e facilitare i controlli per gli esercizi commerciali al chiuso. Da adesso in poi sarà obbligatoria la presentazione di un codice QR, il che vuol dire che il semplice pass vaccinale cartaceo non sarà più sufficiente. Chi non dispone di uno smartphone sul quale scaricare il certificato di vaccinazione digitale, potrà richiedere la stampa del codice QR in farmacia.

Nuove regole Covid a Berlino per incrementare le vaccinazioni: ancora lontani dagli obiettivi

A preoccupare, in questo momento, è lo stallo della campagna vaccinale nella capitale tedesca. Con circa il 63% di vaccinati, infatti, Berlino non è pronta a fronteggiare la quarta ondata pandemica che si attende per l’autunno e l’inverno. Gli attuali modelli utilizzati per prevedere l’andamento del contagio prevedono che la stragrande maggioranza dei non vaccinati si infetteranno non appena le attività che oggi hanno luogo prevalentemente all’aperto – come la ristorazione – torneranno a svolgersi interamente al chiuso. La Variante Delta, altamente contagiosa e ormai predominante in Germania, contribuirà in modo determinante alla rapida diffusione del contagio. L’obiettivo del Senato è quindi quello di portare la percentuale dei vaccinati all’80%, così da scongiurare il decorso grave della malattia anche in caso di contagio ed evitare il collasso del sistema sanitario.


bonus in denaro

Leggi anche:
Berlino, terza dose: vaccinate quasi 21.000 persone, tra ultraottantenni e immunodepressi

 


Chi applica la regola 2G può riempire i locali fino al 100% della capienza

A questo scopo, il Senato ha stabilito che i ristoratori e gli organizzatori di eventi che scelgono di applicare la regola 2G potranno di nuovo riempire i propri locali fino al 100% della capienza, eliminando completamente le restrizioni legate al distanziamento sociale. Questa misura dovrebbe rappresentare un incentivo per gli esercenti, spingendo sempre più attività commerciali e luoghi di aggregazione a prediligere questa formula rispetto alla 3G (che prevede anche la possibilità di accedere a eventi o servizi presentando un test Covid negativo).

Quarantena: le nuove regole

Sono cambiate anche le regole sulla quarantena per chi dovesse venire in contatto con una persona infetta. Le nuove regole, stilate secondo le raccomandazioni del Robert Koch Institut, prevedono un isolamento di dieci giorni, accorciabili a cinque se si effettua un test PCR e questo restituisce un risultato negativo, oppure sette con un test antigenico.