Liste d’attesa per i vaccini: a Berlino un sito aiuta a ottenere un appuntamento senza priorità

0
414
Liste d'attesa per i vaccini

La possibilità per i medici di base di somministrare i vaccini contro il Covid è uno dei pilastri della campagna vaccinale tedesca. Sicuramente distribuire il carico di lavoro, non demandandolo interamente ai centri vaccinali ha accelerato il processo di immunizzazione in Germania, ma l’intero sistema soffre ancora di qualche rallentamento organizzativo. Con quasi un terzo della popolazione già parzialmente vaccinata e l’allentamento delle restrizioni per vaccinati e guariti, cresce l’impazienza di chi, non appartenendo a nessuna categoria prioritaria, non riesce ad avere risposte chiare sui tempi di attesa.

In molti consigliano di tentare la sorte, chiamando il proprio medico o presentandosi presso i centri vaccinali nella speranza di intercettare le dosi destinate a pazienti che non si presentano all’appuntamento – dal momento che, una volta scongelate, le dosi di vaccino non possono essere conservate. Molti studi medici, tuttavia, sconsigliano apertamente questo tipo di pratica e non aprono liste d’attesa per i vaccini. A Berlino, per agevolare l’incontro fra medici che si ritrovano ad avere dosi di vaccino non somministrate e pazienti che desiderano approfittarne, un gruppo di volontari ha creato una piattaforma che permette di semplificare la gestione delle liste.


Leggi anche:
Vaccinarsi contro il Covid a Berlino: un sito non ufficiale aiuta a prenotare

Il sito sofort-impfen.de permette di registrarsi inserendo solo il cap del proprio quartiere e di inserirsi automaticamente in una lista d’attesa. I medici, a loro volta, possono registrare il proprio studio e, ogni qualvolta una dose di vaccino resti inutilizzata perché un paziente manca all’appuntamento, possono accedere a un database di persone che desiderino essere vaccinate nel raggio di cinque chilometri. Dal momento che le liste d’attesa per i vaccini sono molteplici e che non tutti gli studi scelgono di registrarsi sulla piattaforma, chi dovesse ottenere un appuntamento attraverso un altro canale può semplicemente cancellarsi dal sito.

Quando si presenta la possibilità di ricevere il vaccino, l’utente viene contattato automaticamente via email e può prenotare un appuntamento. In questa fase viene anche informato sul tipo di vaccino che viene somministrato nello studio in questione e può scegliere se accettare o no. Chi preferisce non ricevere un certo vaccino può semplicemente ignorare l’offerta e aspettare la successiva. Il sito conserva solo l’email e il CAP di ogni utente e li cancella a vaccinazione avvenuta. Una volta effettuata la prima vaccinazione, sarà lo stesso studio medico a fissare la data per quella successiva. Ovviamente i tempi di attesa variano in base al numero di studi medici che scelgono di registrarsi sulla piattaforma.

Il sito non raccoglie altri dati oltre a quelli indispensabili per la prenotazione, ma una volta ottenuto l’appuntamento occorrerà presentarsi presso lo studio medico con un documento di identità, la tessera dell’assicurazione sanitaria, eventuale documentazione su trattamenti sanitari in corso (per esempio nel caso di diabetici, cardiopatici o chi soffre di altre patologie croniche) e, ovviamente, la conferma della prenotazione. Inoltre, una volta presso lo studio, si riceverà un modulo di consenso informato, differente a seconda del tipo di vaccino. Per chi desiderasse leggerli in anticipo, i moduli sono scaricabili dal sito. È disponibile anche un link alle versioni in altre lingue o in tedesco semplificato.

Il servizio, ovviamente, è gratuito ed aperto a tutti i maggiorenni.