Trovare un lavoro a Berlino: tre passi per far riconoscere le tue qualifiche

0
208
trovare lavoro a berlino
a cura di LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung

Uno studio concluso durante la pandemia ha dimostrato che far riconoscere il proprio titolo di studio acquisito all’estero migliora del 25% le possibilità di trovare un lavoro qualificato, e porta ad un miglioramento del 20% dello stipendio. A Berlino, LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung in IQ Netzwerk Berlin aiuta gratuitamente, anche in italiano, migranti da tutto il mondo a far riconoscere i propri titoli di studio, trovare un lavoro a Berlino ed inserirsi con le carte in regola nel mercato del lavoro tedesco.


webserie

Leggi anche:
“Benvenuti a Berlino”, la webserie. Secondo capitolo: Imprenditori e Liberi professionisti

 


La maggior parte delle persone che arriva in Germania e in particolare a Berlino dall’estero, è in possesso di almeno un titolo di studio, che sia professionale o accademico. Molti però, presi dalle incombenze dell’arrivo in una nuova città come la ricerca della casa o lo studio della lingua, non si occupano fin da subito di far riconoscere i propri titoli e si inseriscono nel mercato del lavoro in posizioni non adeguate alla propria formazione, mantenendo poi spesso mansioni sotto-qualificate anche una volta raggiunto un buon livello di lingua.

Nonostante nel 2012 sia entrato in vigore l’Anerkennungsgesetz, una legge che ha semplificato di molto il riconoscimento delle qualifiche straniere in Germania, questo processo risulta comunque essere a volte burocratico. È per questo che IQ Netzwerk offre una consulenza gratuita specifica su questi argomenti in oltre 100 sportelli di consulenza in tutto il territorio tedesco. A Berlino, viene offerta una consulenza in italiano specifica per titoli di studi ottenuti in Italia presso lo sportello LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung. Ecco allora i tre passi necessari per raggiungere il riconoscimento del proprio titolo di studio e trovare un lavoro a Berlino che sia adatto alle proprie qualifiche professionali.

Step 1. Individuazione della professione di referenza e dell’ufficio competente

Il primo passo verso il riconoscimento è l’individuazione della professione tedesca di referenza. La principale differenza si ha tra professioni regolamentate, per le quali il processo di riconoscimento è indispensabile, e professioni non regolamentate, per le quali invece il processo di riconoscimento è facoltativo. Della prima categoria fanno parte professioni come ad esempio architettura, ingegneria, medicina, infermieristica e insegnamento, mentre nella seconda categoria, le lauree di economia, umanistiche e professioni industriali e di artigianato. Il riconoscimento per ognuna di queste professioni è regolato da un ufficio competente. Tra i principali segnaliamo la LaGeSo per le professioni mediche, il Senatsverwaltung für Bildung, Jugend und Familie per le professioni sociali e pedagogiche, la Industrie- und Handelskammer (IHK) per professioni industriali e commerciali, e la Handwerkskammer (HWK) per l’artigianato.


webserie

Leggi anche:
“Benvenuti a Berlino”, la webserie. Primo capitolo: il sistema sanitario tedesco

 


Step 2. Finanziamento dei costi

Il processo di riconoscimento presenta dei costi che vanno dai 55 fino a 600 Euro o oltre. Si sommano inoltre i costi per le traduzioni dei documenti, le fotocopie certificate ed eventuali misure di adattamento come corsi o esami. Fortunatamente è possibile richiedere il finanziamento di tali costi alla Agentur für Arbeit, al Job Center o attraverso fondi specifici come l’Anerkennungszuschuss o l’Härtefallfond. I consulenti IQ sapranno indicarvi quali sono i requisiti e le modalità di domanda.

Step 3. Preparazione dei documenti necessari e presentazione della domanda

I documenti necessari per il riconoscimento sono solitamente i diplomi con lista delle materie studiate, eventuali esami di stato, un documento di identità e una Anmeldung a Berlino (o in alternativa una dichiarazione di voler lavorare nella capitale tedesca), e documentazione della esperienza lavorativa. In alcuni casi è necessario tradurre i documenti, mentre in altri vengono accettati in lingua originale. Anche la lista dei documenti da presentare varia da professione a professione.

Per conoscere quale sia la tua professione di riferimento in Germania, quale l’ufficio competente al riconoscimento, quali siano i documenti necessari e come richiedere il finanziamento dei costi basta visitare il sito www.la-red.eu/portfolio/lara/ o scrivere una mail a [email protected]. La consulenza è possibile al momento via E-Mail, telefono o videocall, mentre per le consulenze di persona servirà attendere la fine del lockdown. Oltre all’italiano, la consulenza di LaRA – La Red Anerkennungs- und Qualifizierungsberatung è possibile anche nelle lingue arabo, francese, inglese, italiano, tedesco e polacco.

Credit: “© Netzwerk IQ/Anita Schiffer-Fuchs