L’asilo a Berlino (Kita): come funziona e cosa devi sapere

kita asilo

In Germania, l’istruzione è gestita dai singoli Länder e ogni Land ha un ministero dedicato all’organizzazione del proprio sistema scolastico. Ciò significa che ci sono 16 sistemi educativi diversi e questa decentralizzazione porta inevitabilmente a differenze in grado di influenzare non poco l’esperienza educativa degli studenti.

Qui esaminiamo il sistema relativo al Land Berlino e visto che la materia è vastissima e complessa, partiamo dall’inizio e cioè dall’esperienza prescolare dei Kita (abbreviazione di Kindertagesstätte, centro diurno per bambini) o Kindergarten. In poche parole, partiamo dall’asilo. I Kita sono gestiti da varie entità, tra cui associazioni di genitori, enti o organizzazioni, con il supporto di sovvenzioni statali. Questo modello consente una varietà di approcci pedagogici e filosofie educative, che possono variare da un Kita all’altro.


assegni familiari

Leggi anche:
Assegni familiari in Germania: nel 2024 aumenta il supplemento per i figli

Kita a Berlino: come cercarli

Con il Kita-Navigator puoi trovare tutti i Kita presenti a Berlino, magari optando per il più vicino al tuo luogo di residenza o di lavoro e puoi inoltre verificare se nell’asilo che stai considerando ci siano posti disponibili, viste le lunghe liste d’attesa. Per questo, ti consigliamo di visitare diversi Kita già durante i primi mesi di gravidanza e di procedere in anticipo all’iscrizione. Attraverso l’opzione “ricerca avanzata” (erweiterte Suche) potrai inoltre verificare altri fattori relativi all’asilo considerato, tra i quali l’approccio educativo o possibili indirizzi multilingua.

Cosa sono i Kita e come funzionano

Il Kita non è considerato obbligatorio, in Germania, ma la sua frequentazione è fortemente incoraggiata perché considerata fondamentale per lo sviluppo sociale e il futuro apprendimento scolastico dei bambini. Dal 2008, la frequenza è gratuita, se escludiamo un contributo per la mensa che ammonta a 23 euro al mese. Questo ha di fatto reso più equo e universale l’accesso all’educazione prescolare.

kita

È importante sottolineare inoltre il ruolo che il Kita svolge nello sviluppo delle competenze linguistiche dei bambini, che vengono incoraggiati a familiarizzare con le prime lettere dell’alfabeto, i numeri, i colori, i suoni e ad assecondare stimoli altrettanto funzionali all’acquisizione di informazioni che saranno utili anche in seguito, durante il successivo percorso scolastico.

kita

Gli educatori (Erzieher), inoltre, tengono traccia dei progressi linguistici dei piccoli attraverso uno Sprachlerntagebuch, ovvero un diario che monitora l’apprendimento della lingua per ogni bambino. Purtroppo, questo strumento non include né considera un valore il fatto che il bambino conosca altre lingue, oltre a quella tedesca. Questo approccio è stato spesso oggetto di critiche e considerato miope e controproducente, anche perché ostacola il valore aggiunto del bilinguismo, nei bambini stranieri o di origine straniera.

Quando si può iscrivere un bambino al Kita e orari di frequenza

Normalmente, i bambini hanno diritto all’inserimento al Kita all’età di un anno, ma possono entrarvi già dall’ottava settimana di vita, nel qual caso i Kita svolgono di fatto la funzione di asili nido. È tuttavia importante sapere che la possibilità dell’ingresso al Kita per bambini di età inferiore a un anno non è garantita sempre e c’è bisogno di informarsi presso le singole strutture.

Quanto all’orario, i bambini frequentano il Kita fino a un massimo di 7 ore al giorno. Ove i genitori avessero esigenze particolari, legate al lavoro o alla formazione, possono chiedere un prolungamento dell’orario, ma è naturalmente prevista la presentazione di documenti che attestino una reale necessità in questo senso. Questa flessibilità permette ai genitori di lavorare o studiare, anche se hanno figli piccoli che richiedono, comprensibilmente, tempo ed energie. Qui il link per chiedere l’estensione dell’orario di frequenza dell’asilo.

Necessario richiedere il KitaGutschein

Per iscrivere i propri figli al Kita, è necessario ottenere un buono per l’asilo chiamato KitaGutschein dall’Ufficio tedesco per la tutela dei Minori (lo Jugendamt) del distretto di residenza, indipendentemente dal distretto in cui si trova il Kita che il bambino andrà a frequentare. A questo link puoi trovare tutte le informazioni per richiedere il KitaGutschein, tieni presente che la richiesta può essere effettuata anche online. Lo Jugendamt potrebbe richiedere documenti a supporto delle dichiarazioni del genitore ed è quindi consigliabile allegare i documenti pertinenti già al momento della richiesta.

kita

Valutazione della competenza linguistica prima di accedere alla scuola primaria

Circa 18 mesi prima che i bambini inizino la scuola primaria (intorno a 4 o 5 anni), viene valutata la loro competenza linguistica. Se frequentano l’asilo, la valutazione viene effettuata proprio esaminando lo Sprachlerntagebuch, il diario dell’apprendimento linguistico a cui facevamo riferimento prima. Se invece il bambino non frequenta l’asilo o si è trasferito in Germania da poco, viene effettuato un test linguistico obbligatorio. Ove i risultati non fossero considerati sufficienti, il bambino dovrà seguire presso l’asilo un programma annuale di sviluppo linguistico, per 5 ore al giorno, tutti i giorni.

Modalità del passaggio dall’asilo alla primaria

Il transito dall’asilo alla scuola primaria avviene basandosi sulla data di nascita del bambino. Normalmente la scuola a Berlino inizia il 1° agosto, ma le lezioni possono cominciare tra inizio agosto e metà settembre. In base a ciò, dovranno essere iscritti a scuola tutti i bambini che in quella data abbiano compiuto 6 anni (o quelli che li compiranno entro il 30 settembre).

Un caso particolare è dato dai bambini nati tra il 1 ottobre e il 31 marzo, che vengono detti Kann Kind (possiamo tradurlo con “bambini che possono”). Questi bambini, su richiesta, possono essere iscritti a scuola anche in anticipo. È inoltre possibile anche l’ipotesi opposta e cioè posticipare di un anno l’iscrizione alla primaria per i bambini che abbiano già compiuto 6 anni, ma che non siano ritenuti ancora pronti a intraprendere il percorso scolastico. Questa opzione è chiamata Zurückstellung (che possiamo tradure con “rinvio” o “differimento”).

Un’alternativa al Kita: la Tagesmutter

In alternativa al Kita, esiste la figura della Tagesmutter, letteramente “mamma di giorno”. Parliamo di una persona con specifiche competenze, autorizzata dal sistema a prendersi cura di piccoli gruppi di bambini. Queste figure sono spesso scelte dai genitori che hanno bisogno di orari più flessibili ed esperienze più “personalizzate” e i bambini vengono loro affidati generalmente per due o tre anni, prima di passare al Kita vero e proprio. Anche i costi della Tagesmutter vengono coperti dal KitaGutschein.

Informazioni utili

Per informazioni di dettaglio non solo sui Kita, ma sul sistema scolastico berlinese, potete consultare la Guida del Comites Berlino a cura di Ilaria Bucchioni e in collaborazione con Anna Maria Marzorati. Ilaria Bucchioni è inoltre la presidente di Bocconcini di cultura, associazione per bambini e ragazzi che promuove la lingua e la cultura italiana a Berlino con una vasta gamma di corsi e iniziative.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!