Attivisti del clima bloccano l’aeroporto di Berlino: 750 passeggeri a terra

bloccano
Photo credits: Letzte Generation

Giovedì, gli attivisti del clima di Letzte Generation hanno effettuato una protesta che alza notevolemente l’asticella delle azioni che il gruppo mette normalmente in atto, per sensibilizzare la popolazione sul tema del cambiamento climatico.

Sei attivisti sono infatti penetrati all’interno del BER, l’aeroporto di Berlino, e hanno bloccato alcune sezioni del terminal 5. In seguito a questa azione, centinaia di passeggeri, 750 per la precisione, sono rimasti bloccati a terra.


Bella ciao

Leggi anche:
Berlino, attivisti per il clima si attaccano all’asfalto e cantano sulle note di “Bella ciao”

Gli attivisti di Letzte Generation bloccano il BER: 750 passeggeri bloccati a terra

Secondo quanto riferito venerdì dalla polizia di Brandeburgo, intorno alle 16.20, i sei membri di Letzte Generation sono riusciti ad avere accesso all’area di sicurezza dell’aeroporto, che non è aperta al pubblico, praticando un buco nella rete metallica che circonda la pista di rullaggio. L’operazione è stata immortalata da un livestream.

Poco prima di entrare nell’area aeroportuale, hanno informato la polizia delle loro intenzioni con una chiamata d’emergenza. Questo è quanto dichiarano gli stessi attivisti, in un comunicato sul sito ufficiale del gruppo.

Attivisti di Letzte Generation bloccano l’aeroporto di Berlino. Photo credits: Letzte Generation

Dopo essere riusciti a penetrare attraverso la rete, i sei, che indossavano appositi gilet ad alta visibilità, hanno attraversato l’area del Terminal 5 e hanno quindi srotolato uno striscione con la scritta: “E se il governo non fosse in grado di gestire la situazione?“. Alcuni attivisti hanno attraversato la pista in bici e quattro si sono attaccati all’asfalto, sulle strade di accesso alle piste. Modalità, quella di attaccarsi al manto stradale, utilizzata ormai diffusamente dal gruppo.

Il traffico aereo è stato riaperto solo dopo le 18.00. Cinque decolli sono stati cancellati e a seguito di ciò sono rimasti bloccati 750 passeggeri. Cinque attivisti su sei, cinque uomini e una donna di età compresa tra i 20 e i 32 anni, secondo BZ, sono stati presi in custodia dalla polizia. Le accuse sono di interferenza pericolosa con il traffico aereo, violazione di proprietà privata e danni.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest