Germania, organizzazioni criminali più violente e frodi legate al Covid: il rapporto del BKA

organizzazioni criminali
La Ministra dell'Interno Nancy Faeser (SPD). Foto: EPA-EFE/FILIP SINGER

Mercoledì la ministra degli Interni Nancy Faeser (SPD) e il capo del BKA, Holger Münch, hanno presentato un rapporto sulla situazione della criminalità organizzata in Germania. I risultati mostrano un aumento delle indagini relative alle organizzazioni criminali e più persone armate, tra gli indagati. Aumentate moltissimo anche le frodi legate al Covid.

Il rapporto del BKA sulle organizzazioni criminali: i risultati

Il rapporto mostra innanzitutto un aumento delle indagini relative all’attività di organizzazioni o bande criminali. In base ai dati presentati, l’anno scorso il numero ha raggiunto quota 696, vale a dire un aumento del 17% rispetto all’anno precedente e la cifra più alta tra quelle registrate negli ultimi dieci anni. Il documento del BKA, inoltre, evidenzia il fatto che sempre più sospetti siano armati. Nel 2020 erano circa il 6,4%, mentre nel 2021 è stata sequestrata un’arma al 7,5% dei sospetti.

La droga continua a essere il focus di gran parte dell’attività investigativa, costituendo, ad oggi, il focus di quasi la meta delle indagini.

L’operazione Encrochat tra le possibili cause dell’aumento di indagini

Questo incremento potrebbe in realtà essere in parte collegato a una gigantesca operazione che ha avuto luogo nel 2020 e ha portato le forze di polizia di Francia e Paesi Bassi a decifrare più di 20 milioni di messaggi segreti, relativi a reati, del servizio criptato Encrochat. Molte delle persone indagate, per lo più spacciatori, sono state scoperte e perseguite anche in Germania.


mascherine obbligatorie macchina della polizia

Leggi anche:
Traffico di stupefacenti fra Germania e Olanda scoperto grazie a Encrochat. Tre arresti a Berlino

Nancy Faeser: “Dobbiamo inviare un segnale alle organizzazioni criminali”

Aumenti anche i danni causati dalla criminalità organizzata, schizzati dagli 837 milioni di euro del 2020 ai 2,2 miliardi di euro del 2021. La situazione, però, potrebbe persino essere più preoccupante di così. Münch, infatti, ha parlato di “punta dell’iceberg” e fatto riferimento all’ingente sommerso rappresentato dai casi non segnalati.

La ministra Faeser ha annunciato azioni più dure da parte dello Stato, di fronte a un “fenomeno in crescita con effetti considerevoli sulla società”. Ha ribadito inoltre la necessità di inviare un segnale, affinché nessun criminale “possa sentirsi al sicuro”.

Triplicati i casi di frode legati al Covid

Sono infine aumentati anche i casi di frode e sono addirittura triplicati quelli legati alla pandemia, soprattutto in relazione all’utilizzo illegale degli aiuti per il Corona messi a disposizione dallo Stato.

 

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here