Berlino, protesta contro Christian Lindner: “Non possiamo permetterci un Ministro Porsche”

contro Christian Lindner
Il ministro delle finanze Christian Lindner (FDP) EPA-EFE/MICHAEL SOHN / POOL

Decine di persone si sono radunate ieri a Berlino, davanti alla sede dell’FDP, per protestare contro Christian Lindner, leader dei liberali e ministro federale delle finanze.

La protesta contro Lindner, accusato di mettere in atto politiche ingiuste, è stata comunque definita “pacifica” da un portavoce della polizia cittadina.


sostegno all'economia Christian Lindner

Leggi anche:
Il ministro delle finanze tedesco: “più straordinari per combattere la crisi”. Critiche da Die Linke

 


Protesta contro Christian Lindner a Berlino: “Ridistribuzione subito”

Decine di persone si sono radunate a Berlino, in segno di protesta, davanti alla sede dell’FDP. Secondo quanto dichiarato da un fotografo della dpa, i manifestanti hanno chiesto le dimissioni  di Christian Lindner, leader del partito nonché ministro delle finanze, sotto lo slogan “Fuori Lindner. Ridistribuzione subito”.

“Sappiamo che il problema è molto più grande di Christian Lindner, ma in questo momento è un problema enorme”, hanno scritto gli organizzatori su Facebook prima del raduno. Il leader dei liberali è accusato di politiche ingiuste e di sbilanciamento verso le ragioni del potere economico. Su alcuni dei cartelli mostrati dai manifestanti, spiccavano infatti scritte come “Non possiamo permetterci un ministro Porsche”, in riferimento alla vicinanza tra Lindner e il CEO di Porsche, Oliver Blume. Tra le altre ulteriori istanze proposte durante la manifestazione, sono stati sollevati temi come il 9 Euro Ticket, gli aiuti finanziari per i bisognosi e la richiesta di una tassa sui profitti in eccesso, per le aziende che traggono profitto dalla crisi energetica.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest