Treni regionali sulla Stammbahn: verso la riattivazione della più antica linea ferroviaria di Berlino

Stammbahn
Christian Liebscher (Platte), CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Un treno regionale potrebbe in futuro collegare la capitale tedesca a Potsdam via Kleinmachnow (comune del Brandeburgo che confina con il distretto berlinese di Steglitz-Zehlendorf). Si starebbe infatti discutendo della riattivazione della Stammbahn, la più vecchia linea ferroviaria di Berlino. Secondo quanto riportato dal Tagesspiegel, la senatrice dei trasporti Bettina Jarasch (Verdi) annuncerà presto novità a riguardo.

Treni regionali potrebbero correre di nuovo sulla Stammbahn

Questo possibile collegamento è stato a lungo oggetto di discussione tra il Land Berlino e il Brandeburgo. Berlino avrebbe voluto che a servire la tratta continuasse a essere la S-Bahn, mentre invece il Brandeburgo ha sempre espresso una preferenza per il trasporto regionale.

A quanto pare, potrebbe essere proprio Berlino a cedere. Invece della S-Bahn, quindi, tra qualche anno Potsdam potrebbe essere raggiunta da treni regionali via Zehlendorf, Düppel e la succitata Kleinmachnow, nel Brandeburgo. Il traffico ferroviario tra Zehlendorf e Düppel è esistito fino al 1980, anno in cui la linea è stata disattivata, anche se mai smantellata.


Köpenick

Leggi anche:
Berlino, dal 2023 Deutsche Bahn espande la stazione S-Bahn di Köpenick

L’Associazione passeggeri è soddisfatta, ma pessimista sui tempi

Soddisfatta è l’Associazione passeggeri (IGEB), il cui portavoce, Jens Wieseke, ha espresso la sua soddisfazione alla BZ dichiarando: “In futuro, i treni regionali provenienti da Brandeburgo/Havel potrebbero viaggiare via Potsdam e Steglitz nel grande tunnel sotto la stazione centrale di Berlino”.

Wieseke è tuttavia meno entusiasta relativamente ai tempi di riattivazione della tratta. I treni potrebbero infatti iniziare a circolare sulla Stammbahn non prima del 2036. Il processo di approvazione potrebbe infatti non essere rapido e il portavoce dell’Associazione passeggeri, a questo proposito, dichiarando saggiamente: “Con le ferrovie bisogna sempre pensare in termini di decenni”.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest