La sabbia del Sahara tinge Berlino di rosso all’alba: ve ne siete accorti?

Berlino, Foto di repertorio da Canva pro

Questa mattina, Berlino si è svegliata immersa in un’alba rossa e innaturale. È l’effetto della sabbia del Sahara, che ha fatto sì che la capitale tedesca brillasse di un riverbero color sangue che molti si sono affannati a fotografare e postare sui social.

La sabbia del Sahara tinge Berlino di rosso

Il fenomeno è stato visibile al massimo intorno alle 6.00 del mattino, per poi gradualmente svanire e lasciare il posto a una giornata uggiosa che annuncia pioggia. Finché è durato, tuttavia, ha prodotto grandissima meraviglia in chi ha avuto la fortuna di osservare le suggestive sfumature cromatiche del cielo. E pare che la visione della Porta di Brandeburgo avvolta dalla luce rossa fosse davvero uno spettacolo indimenticabile. E voi? Avete avuto la fortuna di vedere quest’alba e in questo caso vi andrebbe di inviarci le vostre foto?


Leggi anche:
Alla scoperta del parco di Humboldthain, fra meraviglie della natura e ferite della guerra

 


Le ragioni del fenomeno

L'”alba rosso sangue” di Berlino è stata determinata da un fenomeno di bassa pressione verificatosi nella parte settentrionale dell’Africa. Questo ha fatto sì che la sabbia del deserto venisse sollevata da venti le cui particelle fini hanno raggiunto gran parte dell’Europa meridionale e centrale, regalando sfumature arancioni o rossastre al cielo di diverse città europee. Questo fenomeno si verifica principalmente in primavera e in estate.

Non è escluso che in città possa verificarsi anche una “pioggia rossa”, in grado di lavare via la sabbia del deserto. La pioggia, in questo caso, sarebbe marroncina e la sabbia potrebbe essere in seguito visibile su auto e mobili da giardino.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest