Oli minerali negli alimenti vegani: l’indagine di Öko-Test sui sostituti della carne in Germania

La rivista tedesca Öko-Test ha condotto uno studio su 19 sostituti vegani di prodotti a base di carne, nello specifico affettati che riproducono il gusto di salame, mozzarella e prosciutto. I risultati fanno discutere dal punto di vista della qualità e della sicurezza dei cibi, per la presenza di additivi controversi e addirittura oli minerali. Nel complesso, ben 18 dei prodotti analizzati sono stati considerati di qualità “scarsa” o “insufficiente”.

Gli oli minerali potrebbero provenire dalle confezioni in plastica

Riguardo agli oli minerali presenti negli alimenti testati, gli autori dello studio sospettano che non si tratti di aggiunte intenzionali nel processo di produzione, ma piuttosto di contaminazioni dovute agli involucri dei prodotti, nello specifico ai lubrificanti utilizzati nella produzione delle confezioni di plastica.

Negli insaccati vegani anche addensanti controversi, troppi aromi e troppo sale

Anche fra gli ingredienti veri e propri degli affettati analizzati da Öko-Test, tuttavia, ce ne sono alcuni che contribuiscono ad abbassare la qualità generale degli alimenti. Fra questi la carragenina, un addensante ricavato dalle alghe rosse e considerato controverso poiché si sospetta che possa causare infiammazioni all’intestino. Con la sola esclusione del prodotto “vincitore” del test, tutti i salumi analizzati contenevano questo particolare elemento.


Leggi anche:
“Mangiare meno carne contro Putin”: le dichiarazioni del ministro tedesco dell’agricoltura

I cosiddetti MOAH (idrocarburi di oli minerali aromatici) possono contenere composti cancerogeni e, nonostante non sia previsto un limite legale per la loro presenza all’interno degli alimenti, gli studiosi che hanno effettuato l’analisi e i redattori della rivista ne caldeggiano l’introduzione e in generale sono a favore di una forte limitazione della loro presenza negli alimenti destinati al consumo umano.

Come considerazione finale, 18 dei 19 prodotti analizzati risultano comunque troppo ricchi di sale e aromi, per quanto naturali, che hanno comunque l’effetto di abbassare la qualità generale degli alimenti, privilegiando l’emulazione dei prodotti commerciali a base di carne rispetto alla genuinità degli ingredienti e alla creazione di prodotti sani.

Fonte: Öko-Test

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest