Giornata della memoria 2022: gli IIC di Amburgo e Colonia presentano un corto animato per spiegare la Shoah ai bambini

0
519

Come si può spiegare la Shoah ai più piccoli? Un mediometraggio di animazione ci prova, in modo intenso e delicato. In occasione della giornata della memoria 2022, che cade il 27 di gennaio, l’Istituto Italiano di Cultura di Colonia e quello di Amburgo presentano il film “La stella di Andra e Tati”, di Rosalba Vitellaro e Alessandro Belli con disegni di Annalisa Corsi, che sarà visibile anche in Germania, in italiano con sottotitoli in tedesco, da lunedì 24 gennaio fino a domenica 30 gennaio 2022 sul link alla piattaforma RAI Play.

La storia vera di Andra e Tati

Il film, che potrà essere visto a questo link, racconta la storia vera delle due sorelle Alessandra e Tatiana Bucci, che avevano rispettivamente quattro e sei anni quando, nel 1944, furono deportate nel campo di sterminio di Auschwitz insieme alla mamma Mira Perlow, alla zia e al cugino. Le due bambine sopravvissero all’olocausto per il dato fortuito della loro incredibile somiglianza. Furono infatti notate dal dottor Josef Mengele, che le scambiò per gemelle e le inserì nel suo atroce programma di “ricerca”. Nel Kinderblock, infatti, Mengele teneva prigionieri tutti i bambini, soprattutto gemelli, sui quali praticava disumani esperimenti. Per resistere all’orrore, le due sorelline si rifugiarono nell’indissolubilità del loro legame.


Leggi anche:
Sophie Scholl, ghigliottinata dai nazisti a 21 anni. La resistenza della Rosa Bianca

Da adulte, le sorelle Bucci hanno dedicato tutta la vita a tramandare la memoria della Shoah, diventando testimoni infaticabili e rilasciando moltissime interviste in tutto il mondo, oltre che dedicandosi a incontrare gli studenti delle scuole.

Per la giornata della memoria 2022, un film per ragazzi con un cast d’eccezione

Il film “La stella di Andra e Tati” è stato realizzato da Rai Ragazzi e Larcadarte in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e conta su un cast d’eccezione. Il doppiaggio dei personaggi è infatti affidato ad attori del calibro di Laura Morante (la madre delle bambine), Leo Gullotta (il padre) e Loretta Goggi (la voce narrante). I sottotitoli in lingua tedesca sono stati finanziati dagli Istituti Italiani di Cultura di Amburgo e di Colonia. Il film è pensato per raccontare la Shoah ai bambini, ma vista la delicatezza e complessità dei temi trattati si consiglia la visione in compagnia di un adulto.

Il trailer del film

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest