“Soko Nightlife”: Scandalo droga nella polizia di Monaco

0
47
polizia di Monaco

Uno scandalo legato alla droga sta investendo in questi giorni la polizia di Monaco, dopo che le dichiarazioni di un sospetto spacciatore hanno portato a rivelazioni sorprendenti. Ne sta parlando diffusamente tutta la stampa tedesca, tra cui lo Spiegel.

A seguito di quanto denunciato dall’uomo nel corso di un processo, sono infatti partite indagini a carico di 58 persone, 37 poliziotti e 21 privati cittadini. Tre funzionari di polizia, in particolare, sono accusati dalla procura di reati molto gravi e sono stati quindi sospesi dal servizio. Uno di loro, in un primo momento, si è dato anche alla fuga, ma è stato rapidamente ritrovato e arrestato.


richiedente asilo

Leggi anche:
Tragedia in un centro rifugiati in Bassa Sassonia: richiedente asilo ucciso dalla polizia

 


Polizia di Monaco: grave la posizione di tre agenti

I tre agenti accusati dalla procura si sarebbero resi responsabili di possesso, cessione e spaccio di cocaina, marijuana, MDMA ed ecstasy, di aver tradito segreti d’ufficio e sottratto munizioni e di aver scattato una foto allo scopo di mostrare una persona in “condizioni di impotenza”.

A fuggire, per poi essere fermato e arrestato, sarebbe un poliziotto coinvolto in 150 illeciti, sempre collegati all’acquisto di stupefacenti o al favoreggiamento del traffico di droga. Avrebbe anche ceduto l’arma di servizio senza autorizzazione.

Una commissione speciale, chiamata “Soko Nightlife“, starebbe indagando sulla vicenda da almeno un anno.

Le ulteriori considerazioni della procura

Secondo il pubblico ministero, 13 casi sarebbero stati invece abbandonati per insufficienza di prove, mentre altri tre sarebbero stati sanzionati con una semplice multa. In altri dodici casi, sarebbero stati infine richiesti dei decreti penali di condanna, in alcuni casi anche concessi.

Gli agenti verrebbero per la maggior parte dal comando di polizia di Monaco e da altre stazioni di polizia della Baviera. Pare inoltre che i poliziotti abbiano commesso i reati contestati principalmente mentre si divertivano nel loro tempo libero.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here