Parlamento tedesco: nessuno vuole sedere vicino ad AfD

vicino ad AfD

Mentre si prospetta la possibilità di una cosiddetta “coalizione a semaforo”, formata da SPD, Verdi ed FDP, i liberali esprimono la loro insofferenza di fronte al fatto che si trovino a sedere accanto alla destra di AfD, che con la leadership del duo Weidel-Chrupalla ha scelto la sua corrente oltranzista.

Al momento, la disposizione dei partiti tra i banchi del Bundestag vede AfD all’estrema destra, seguito da FDP, la CDU/CSU, l’SPD, i Verdi e la sinistra della Linke. I liberali però si dichiarano ormai stanchi di sedere accanto agli esponenti di Alternativa per la Germania.


flyer di afd

Leggi anche:
Finta azienda di volantinaggio manda al macero 5 milioni di flyer di AfD

 


I liberali chiedono di non sedere più vicino ad AfD

Le ragioni per cui l’FDP avanza questa richiesta sono sostanzialmente due. La prima è una presa di distanza da AfD in generale. Lo dice chiaramente il deputato liberale Frank Sitta, che giudica gli ultimi quattro anni passati vicino ai deputati di AfD come “qualcosa di molto sgradevole“. Sitta ha quindi parlato delle posizioni di AfD su temi che vanno dai rifugiati, alla vaccinazione alle questioni di genere e delle modalità con cui queste posizioni vengono espresse, che includono schiamazzi, urla e un’atmosfera “che fa capire che tipo di visione dell’umanità” si respiri a quelle latitudini.

La seconda ragione è legata alla rappresentazione politica e al modo in cui normalmente si legge lo schieramento fisico dei partiti all’interno del Bundestag, da destra a sinistra. Sempre Frank Sitta ha infatti dichiarato: “Crediamo che la disposizione dei posti in parlamento copra il classico schema sinistra-destra, cioè da decisamente socialista a molto conservatore, e che noi, come partito di centro, come partito liberale, dovremmo sedere al centro del parlamento”.

Il risentimento della CDU: si rifiutano di cambiare posto

Ovviamente, ove i liberali si spostassero, qualcun altro dovrebbe sedersi vicino ad AfD e l’unica ipotesi possibile è che lo facciano i deputati della CDU. Che però non ne hanno alcuna intenzione. Sul punto si è espresso Patrick Schnieder, esponente della CDU in parlamento. Schnieder ha infatti dichiarato: “Non credo che un cambiamento nella disposizione dei posti a sedere sia necessario. Né una coalizione a semaforo può collocarsi al centro e decidere di assegnare all’opposizione i seggi che si trovano margini. Per questo respingiamo la richiesta dell’FDP”.

Chi siederà vicino ad AfD?

A questo punto è ragionevole chiedersi chi la spunterà. Di fatto, se si insediasse l’Ampel-Koalition, e cioè la coalizione a semaforo guidata da SPD, FDP e Verdi, le cose per i liberali potrebbero semplificarsi e la decisione di spostare più al centro i liberali potrebbe essere presa a maggioranza dal consiglio parlamentare degli anziani (l’Ältestenrat) oppure proprio dal Plenum, l’insieme di tutti i deputati.

(Fonte, Tagesschau)

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest