Riapre il Berghain: ecco il programma del primo fine settimana

riapre il Berghain

Berlino sembra avviata definitivamente verso il ritorno alla normalità. La prova? Sabato 10 luglio riapre il Berghain. La foltissima comunità berlinese di amanti della techno ha atteso questa notizia per 281 giorni e c’è da aspettarsi, per il giorno dell’apertura, file perfino più lunghe del solito. Sul sito ufficiale del celeberrimo club si specifica che l’evento si svolgerà solo in caso di bel tempo, da l momento che a essere aperto sarà solo il giardino.


progetti pilota clubbing

Leggi anche:
Progetti pilota per riaprire i club: nel Baden-Württemberg si balla senza distanza né mascherine

 


Per entrare sarà necessario esibire la prova di vaccinazione/guarigione o un test negativo effettuato non oltre le 24 ore precedenti. Nel caso del Berghain, tuttavia, non si può certo dire che questi siano i criteri di selezione all’ingresso più severi mai applicati – infatti i gestori del club ci hanno tenuto a specificare che esibire la documentazione richiesta non garantisce comunque l’ingresso.

Si potrà tornare a ballare, ma c’è da aspettarsi che alcune delle altre pratiche per le quali il Berghain è celebre possano essere attivamente scoraggiate. È infatti obbligatorio coprire costantemente naso e bocca con mascherine chirurgiche o FFP2.

Il programma del primo weekend di riapertura prevede per il sabato i DJ set del resident ucraino Etapp Kyle, del DJ techno Freddy K e del resident del Panorama Bar Paramida. La domenica, invece, sarà la volta di Ben Klock, della DJ americana di Lot Radio Gabrielle Kwarteng e di Frank Timm.

Gli spazi interni dello storico club, per ora, rimangono aperti solo a chi voglia visitare la mostra Studio Berlin, organizzata dalla Fondazione Boros, che raccoglie opere di artisti contemporanei provenienti da tutto il mondo, ma residenti a Berlino.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest