Germania: nuovi aiuti alle imprese colpite dalla pandemia e un bonus per chi assume

0
409
aiuti alle imprese

Nonostante le riaperture e la ripresa di quasi tutte le attività, la crisi economica legata alla pandemia è tutt’altro che superata. Il governo tedesco, mentre cerca di scongiurare nuove chiusure e di dare nuovo slancio alla campagna vaccinale, ha anche approvato nuovi aiuti alle imprese per il periodo che va da luglio a settembre. Questo particolare supporto, che va sotto il nome di “Überbrückungshilfe III Plus”, è destinato a quelle aziende che, a causa della pandemia e delle sue conseguenze economiche, hanno perso almeno il 30% del fatturato.

A chi è destinato il nuovo pacchetto di aiuti alle imprese

L’Überbrückungshilfe III Plus è pensato per le imprese, i lavoratori autonomi e i liberi professionisti di tutti i settori il cui fatturato annuo non abbia superato i 750 milioni di euro nel 2020, per le start-up fondate entro il 31 ottobre 2020, per le imprese non profit, le organizzazioni religiose e le imprese di tutti i settori. Il massimale di fatturato di 750 milioni di euro non si applica alle aziende direttamente colpite da ordini di chiusura basati su una decisione dello Stato Federale, così come alle aziende dell’industria pirotecnica, del commercio all’ingrosso e dell’industria dei viaggi. Le aziende particolarmente colpite dalla pandemia, come quelle che operano nell’industria dei viaggi, della cultura e degli eventi, possono richiedere ulteriori sussidi.


Leggi anche:
Germania: la cassa integrazione sarà estesa fino a settembre

 


Questo particolare pacchetto di aiuti prevede anche un bonus il cosiddetto “premio riavvio” – dedicato ai costi del personale, per le aziende che, nel quadro della riapertura, hanno richiamato i dipendenti dalla cassa integrazione o ne assumono di nuovi.

Un supporto per evitare la bancarotta

Per le aziende a rischio di bancarotta, lo Stato si impegna inoltre a fornire un supporto per la copertura delle spese legali, fino a 20.000 Euro al mese, se l’azienda cerca di evitare il fallimento attraverso interventi di stabilizzazione e ristrutturazione dell’attività. Saranno inoltre confermati i finanziamenti per gli investimenti nella digitalizzazione o nell’adeguamento delle misure igieniche.

Sarebbero già oltre 326.000 le imprese che hanno fatto richiesta per questo nuovo pacchetto di aiuti, oltre la metà delle quali si sarebbe avvalsa del “bonus dipendenti”.

La richiesta per l’Überbrückungshilfe III Plus, che deve essere effettuata dal sito del ministero entro il 31 ottobre 2021, non può essere presentata direttamente dall’azienda: è necessario avvalersi dei servizi di un tramite qualificato, per esempio un commercialista.

Si calcola che, dall’inizio della pandemia, lo Stato tedesco abbia erogato circa 112,4 miliardi di Euro in aiuti alle aziende e circa 37 miliardi di Euro per la cassa integrazione.