Ragazze in psicoterapia tre volte più dei ragazzi, bambini più delle bambine: l’analisi della Barmer

0
68
ragazze in terapia

Secondo un’analisi della cassa malattia Barmer, pubblicata dal quotidiano tedesco Die Welt, le ragazze intorno ai 17 anni ricorrerebbero relativamente spesso alla psicoterapia e in generale più dei ragazzi.

Nel 2019, ad esempio, la percentuale di ragazze in psicoterapia è stata del 4,8%, tre volte di più dei coetanei maschi (1,5%).


terapie di conversione
terapie di conversione Photo by ninachildish
Leggi anche:
La Germania vieta le terapie di conversione degli omosessuali. Sanzioni fino a 30.000 euro e un anno di carcere

 


Ragazze in psicoterapia: le cause

Apparentemente, la ragione più frequente per cui le ragazze ricorrono alla psicoterapia è una dichiarata depressione. Secondo l’esperta della Barmer, Ursula Marschall, le cause sarebbero molteplici.

È ipotizzato, intanto, un impatto esercitato dalle trasformazioni ormonali che intervengono con la pubertà, ma non vengono lasciate fuori neanche le pressioni sociali legate alla percezione del corpo, agli ideali estetici imposti dall’alto e ai modelli di comportamento promossi soprattutto dai media online. In non pochi casi, le ragazze del campione soffrono tra l’altro di disturbi alimentari.

I problemi dei maschi tendono a precedere la pubertà

Mentre le adolescenti tenderebbero a ricorrere a un supporto psicoterapeutico intorno alla fine della pubertà, un discorso diverso andrebbe fatto per i maschi.

All’età di circa dieci anni, infatti, sarebbe in terapia il 2,8% dei bambini contro il 2,2% delle bambine. Secondo i dati, i bambini in terapia soffrirebbero soprattutto di disturbi del comportamento, disturbi di apprendimento e di ADHD, il cosiddetto disturbo da deficit di attenzione.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here