La Maratona di Berlino si farà: un progetto pilota aperto a 35.000 corridori

0
393
maratona di berlino

Contro tutte le previsioni, sembra proprio che la maratona di Berlino sia destinata ad avere luogo, con le opportune cautele. Dopo la cancellazione dell’edizione 2020 non erano in molti a essere ottimisti circa la possibilità di organizzare quest’anno uno degli eventi sportivi più attesi e amati della capitale tedesca, ma con l’allentamento del freno d’emergenza si è presentata una possibilità che gli organizzatori hanno prontamente colto. Fra le misure previste nella fase di “lockdown duro” a livello nazionale, infatti, c’era anche la sospensione di tutti i progetti pilota di ripresa degli eventi (come quello che aveva permesso l’organizzazione di un concerto in presenza alla Filarmonica).

Eventi legati alla corsa a luglio e agosto

Ora che questo particolare divieto non è più in vigore, l’agenzia SCC Events ha presentato un progetto pilota, da realizzarsi con la collaborazione e il sostegno del Senato di Berlino, che prevede appunto l’edizione 2021 della maratona e anche altri due eventi, sempre dedicati alla corsa, previsti per luglio e agosto (rispettivamente una gara su percorso di dieci chilometri a Kurfürstendamm, li 31 luglio, e la mezza maratona di Berlino, in programma per il 22 agosto).


Leggi anche:
La filarmonica di Berlino ha tenuto un concerto con 1000 spettatori

 


Maratona di Berlino 2021: meno corridori e misure di sicurezza aggiornate

In questa edizione della maratona ci sarà posto per “soli” 35.000 partecipanti, circa 10.000 in meno rispetto all’edizione del 2019. Per coloro che non avessero ancora ricevuto, al momento dell’evento, entrambe le dosi di vaccino, sarà richiesto il test Covid, esattamente come è stato fatto nei grandi eventi musicali che, negli ultimi mesi, sono stati organizzati in via sperimentale in diversi Paesi.

I risultati così ottenuti, fino a questo momento, fanno ben sperare in termini di sicurezza complessiva dell’evento e prevenzione di eventuali focolai. Naturalmente si prevede anche che, per la data della maratona, la campagna vaccinale sarà più avanzata di adesso, soprattutto considerando che la priorità per le vaccinazioni è stata eliminata il 7 giugno.
Gli organizzatori si aspettano che almeno la metà dei partecipanti siano completamente vaccinati. Per gli spettatori saranno allestite aree sicure presso i punti chiave della corsa, come il traguardo. Queste aree non saranno aperte al pubblico come gli altri anni, per evitare assembramenti.

Andreas Geisel: la Maratona di Berlino è una speranza per tutti

Il senatore allo sport di Berlino Andreas Geisel (SPD) ha precisato che la certezza di poter effettivamente svolgere la Maratona non c’è ancora: se i numeri salissero improvvisamente, si dovrebbe necessariamente tornare a misure più rigide e incompatibili con un evento di questa portata.

Lo scopo del lancio, in questa fase, è anche la condivisione dell’ottimismo e della volontà di lavorare per rendere fattibili nuovi progetti pilota, che possano portare a un ritorno graduale alla normalità. La Maratona di Berlino, infatti, non coinvolge solo l’agenzia che organizza l’evento e i corridori, ma anche una pluralità di imprese per le quali l’evento rappresenta da sempre un momento chiave dell’anno, dagli hotel alle imprese di catering, dai fornitori di stand ai ristoratori.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest