“Dante in Musica”, “Un libro al mese” e… “Breve storia degli spaghetti”. I prossimi eventi a Francoforte

0
106
Dante in musica

Per il ciclo DANTE700 – Dante nel Mondo, il 26 aprile, alle ore 18.45, il Consolato Generale d’Italia a Francoforte ha organizzato sulla piattaforma Zoom “Dante in Musica“, una lezione–intervista con il giornalista e critico musicale Stefano Nardelli, della rivista “Il giornale della musica”.

Per partecipare all’evento digitale bisogna inviare un’email d’iscrizione a: [email protected].


Dante Alighieri

Leggi anche:
L’editoriale tedesco su Dante Alighieri: l’autore lancia frecciate e gli italiani rispondono a cannonate

 


Durante l’evento, Nardelli parlerà di 700 anni di Dante in musica, con un excursus attraverso le opere degli innumerevoli compositori che, nel corso dei secoli, hanno tratto ispirazione dai versi danteschi. Si spazierà davvero a tutto campo, dai madrigalisti cinquecenteschi alla musica contemporanea, passando per il pop-rock di Gianna Nannini.

Stefano Nardelli si interessa in particolare al teatro musicale del ventesimo secolo e contemporaneo. Oltre alla lunga collaborazione con “Il giornale della musica”, scrive occasionalmente anche per “Opernwelt” e altre riviste musicali. È inoltre autore di saggi per teatri d’opera in Italia e in Germania e di note di copertina dei CD. Vive tra Francoforte, Germania, e Venezia, Italia.


Leggi anche:
“Sciascia100” e “Un libro al mese”: le novità del Consolato di Francoforte

 


Per coloro che non hanno potuto partecipare alla presentazione digitale dell’ultimo libro di Alessandro Vanoli, “I racconti del ritorno. Esercizi di vita e di memoria da Ulisse a Neil Armstrong” (Feltrinelli 2021), è invece possibile da oggi rivedere qui sotto il video dell’evento. Sul canale YouTube del Consolato d’Italia a Francoforte troverete inoltre le altre interessanti lezioni-interviste ospitate dal Consolato nel corso degli scorsi mesi.

Alessandro Vanoli, storico e scrittore, racconta in questo video le avventure reali e immaginarie di chi, nei secoli e nei millenni, è tornato indietro e solo allora ha conosciuto se stesso. La sua è una riflessione sul ritorno come momento fondamentale della vita e dunque su ciò che siamo, una riflessione che include personaggi sia mitologici che storicamente esistiti: da Ulisse a Dante, da Casanova a Evita Peròn.

Infine il Consolato Generale d’Italia ha dato il patrocinio ad un’iniziativa della Delegazione di Francoforte dell’Accademia Italiana della Cucina. Il 22 aprile, dalle ore 19:30 alle ore 20:30, il prof. Massimo Montanari presenterà, sempre sulla piattaforma Zoom, il proprio libro “Il mito delle origini. Breve storia degli spaghetti al pomodoro” (Editori Laterza, 2019), recentemente uscito nell’edizione tedesca con il titolo: “Spaghetti al pomodoro. Kurze geschichte eines mythos” (Wagenbach, 2020).

Per seguire questa presentazione è sufficiente collegarsi a questo link.

Massimo Montanari, nato nel 1949, insegna Storia medioevale all’Università di Bologna, dove è anche direttore del Master “Storia e Cultura dell’alimentazione”. È considerato uno dei massimi specialisti per la storia della cultura alimentare a livello europeo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here