Alice Weidel non sarà la candidata di AfD al Bundestag

0
618
Alice Weidel
Alice Weidel - Fotto: Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, CC BY-SA 4.0 , via Wikimedia Commons

In vista delle elezioni di settembre, quelle che segneranno ufficialmente e definitivamente la fine dell’era Merkel, tutti i partiti politici tedeschi sono impegnati nella ricerca di leader forti, da presentare in una corsa al cancellierato il cui esito non è mai stato meno scontato. Il dibattito interno è acceso da sinistra a destra dell’arco costituzionale, con lotte interne spesso aspre quanto e più di quelle con le fazioni avverse ed esiti altrettanto imprevedibili. Nel caso del partito di estrema destra AfD, per esempio, si dava quasi per scontato che fosse Alice Weidel a presentarsi come candidata di punta alle elezioni federali, insieme al leader del partito Tino Chrupalla.


Afd

Leggi anche:
AfD sotto sorveglianza federale: non rispetta i principi della democrazia

Per il momento, tuttavia, la capogruppo parlamentare di AfD sembra aver rinunciato ad avere un ruolo di primo piano nelle prossime elezioni per il Bundestag. La decisione sarebbe maturata in occasione il congresso federale del partito, a seguito di quella che Weidel ha definito “una situazione incresciosa” creatasi nel corso della selezione dei candidati – tema sul quale il congresso è chiamato a decidere. Ed è proprio questo l’argomento divisivo sul quale sarebbe caduta la candidatura della capogruppo. Mentre i quadri del partito sono a favore dell’operare tale selezione nel corso del congresso federale, infatti, un sondaggio effettuato presso la base di AfD avrebbe rilevato nell’elettorato il desiderio che siano i membri a scegliere il candidato di punta per le elezioni politiche, con un sistema di primarie.


Afd

Leggi anche:
AfD sotto sorveglianza federale: non rispetta i principi della democrazia

La contrapposizione fra queste due procedure di selezione del candidato sarebbe alla base del ritiro di Alice Weidel dalla corsa per il Bundestag.

A sostenere l’idea delle primarie è il portavoce di AfD Jörg Meuthen, promotore del sondaggio succitato. Weidel, che gode delle simpatie della formalmente disciolta frangia nota come der Flügel e appartiene alla stessa corrente di Chrupalla e Gauland, è considerata una rivale di Meuthen. Fra le ipotesi, al momento, c’è quella di una candidatura congiunta di Chrupalla con Joana Cotar, membro del Bundestag della stessa fazione di Meuthen.

facebook
Twitter
Pinterest