La crisi del Coronavirus fa crescere il partito di Angela Merkel nei sondaggi

0
136
Jens Spahn, ministro tedesco della Sanità. Photo by jmax.gerlach

La crisi del Coronavirus fa crescere il partito di Angela Merkel nei sondaggi

di Maurizio Costa Clari

Osservando i sondaggi delle ultime settimane, possiamo notare che il quadro politico dei partiti in Germania è significativamente cambiato.
Analizzando i dati dei maggior istituti demoscopici tedeschi, vediamo che il partito di Angela Merkel, la CDU, si colloca infatti tra il 33 e il 38%, seguito dai Verdi, che si attestano intorno a una cifra compresa tra il 16 e il 22%.
I Socialdemocratici dell’SPD, membri della coalizione di governo, si aggiudicano invece il terzo posto, con un risultato tra il 16 e il 18%. L’estrema destra di AFD ottiene un risultato tra il 10 e il 12%, la sinistra di Die Linke si attesta tra il 7 e il 9% e chiudono la fila i Liberali, con percentuali comprese tra il 5 e il 6%.

Rispetto a un anno fa possiamo costatare che il partito di Angela Merkel approfitta enormemente della situazione attuale, considerando nel 2018 la CDU si trovava intorno al 29%.

Jens Spahn, ministro tedesco della Sanità. Photo by boellstiftung

Possibili motivi della rimonta della CDU

Quali sono le ragioni che hanno portato i cristiano-democratici a rimontare così tanto nei sondaggi?

Intanto, si può supporre che molto conti il fatto che la CDU abbia il controllo di ministeri chiave, come quello della Sanità e quello degli Interni. Questo garantisce una presenza mediatica pressoché costante del partito, a cui contribuiscono le conferenze stampa che hanno luogo regolarmente.

Può aver contribuito anche il fatto che siano a guida CDU-CSU Länder come la Baviera, con Markus Söder, e il Nordreno Westfalia, con Armin Laschet, che hanno agito durante la crisi con misure di grande impatto. Soprattutto Söder, in Baviera, è stato il primo ad attivare la quarantena.

Anche il discorso alla nazione di Angela Merkel, il primo dalla sua ultima elezione a cancelliera, ha avuto un grande effetto sulla popolazione.

Un influenza ancora maggiore può aaver avuto anche il notevole supporto concesso all’economia: i pacchetti di aiuti destinati sia alle imprese che ai freelancer, lanciati e attuati in pochissimo tempo, hanno infatti consolidato l’immagine di un governo forte e capace di attivarsi rapidamente in caso di emergenza.

Ha aiutato anche il consenso bipartisan, che in questo momento di crisi vede anche le forze di opposizione non criticare l’operato del governo, anche se in verità esistono delle eccezioni, come mostrato dalla recente intervista rilasciata al quotidiano WELT da Robert Habeck, uno dei due leader dei Verdi.

In ultima istanza, ma non per ultimo, potrebbe aver influenzato positivamente l’elettorato conservatore anche la chiusura della CDU nei confronti degli Eurobond, unitamente alla forte opposizione del partito nei confronti della cumulazione del debito dei vari Stati europei.