Berlino, e-scooter parcheggiati male: in media uno ogni 59 metri

e-scooter parcheggiati

Avevamo già parlato, lo scorso aprile, degli incidenti causati dagli e-scooter a Berlino. Ora si torna a parlare dell’argomento, ma in rapporto al problema dei mezzi parcheggiati in modo caotico per le strade della città, fenomeno che sarebbe in costante crescita.

Lo scorso settembre l’associazione Fuss, che rappresenta gli interessi dei pedoni, ha calcolato che a Berlino c’è in media un e-scooter ogni 59 metri, parcheggiato in modo errato e a volte persino rovesciato, sia sulle strade che sui marciapiedi.

E-scooter parcheggiati male: un problema soprattutto per anziani e ciechi

Parallelamente, è in aumento anche il numero di incidenti che coinvolgono gli e-scooter: se nel 2020 la polizia ne aveva registrati 320, infatti, nel 2022 il dato è schizzato a oltre 1.100. Gli incidenti avvengono soprattutto nelle ore serali e notturne e sono determinati non solo dai mezzi in movimento, ma anche da quelli parcheggiati in maniera irregolare, che rappresentano un rischio soprattutto per persone anziane, cieche o ipovedenti.


incidenti con e-scooter

Leggi anche:
Troppi incidenti con gli e-scooter: la polizia di Berlino offre corsi gratuiti di guida sicura

L’associazione Fuss ha in programma di monitorare ancora la situazione questa primavera, ma con scarse speranze: con l’arrivo della bella stagione, infatti, aumentano le persone che circolano e quindi anche gli e-scooter parcheggiati in modo scriteriato. “In inverno ce ne sono di meno, ma in primavera la situazione peggiora, come ogni anno” ha confermato il responsabile dell’associazione, Roland Stimpel.

Da gennaio 2024 a marzo 2025 saranno ammessi solo 19.000 e-scooter, all’interno del Ring

Consapevole del problema, già lo scorso novembre il Senato di Berlino aveva annunciato di voler ridurre il numero di e-scooter in città. A partire da gennaio 2024 e fino a marzo 2025, infatti, sarà permesso un massimo di 19.000 mezzi all’interno del Ring. Secondo l’associazione Fuss, però, i 3.000 parcheggi disponibili sono ben lungi dall’essere sufficienti. Inoltre, non esiste ancora alcun limite al numero di e-scooter al di fuori del Ring.

L’amministrazione cittadina ai trasporti concorda con questa lettura e dichiara di voler realizzare una fitta rete di aree di sosta designate, dove i mezzi potranno essere parcheggiati in modo ordinato. Si dichiara inoltre disponibile a imporre un ulteriore limite al tetto di 19.000 e-scooter all’interno del Ring, se la situazione non dovesse migliorare in modo significativo.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!