5 idee anti-romantiche per passare il San Valentino a Berlino

san valentino

San Valentino è come Sanremo: dividerà il vostro social feed in due gruppi opposti e ugualmente rumorosi, fra coloro che lo aspettano tutto l’anno (e ci tengono a farvelo sapere) e coloro che non lo sopportano (e ci tengono a farvelo sapere). N

essuno ha ancora capito se si tratti del destino che accomuna i “santi” di Febbraio o solo del nostro rapporto con tutto ciò che si può definire “tradizionale”. E se siete fra coloro che vorrebbero il meglio di entrambe le opzioni – un momento speciale da passare con la persona amata, MA ANCHE la certezza di essere anticonformisti e di non abbandonarsi alla sdolcinatezza massificata con fiori e cioccolatini – abbiamo qualche idea per voi. Naturalmente si tratta di idee praticabili se siete a Berlino e non vi tocca lavorare tutto il giorno (nel qual caso, la vostra unica opzione resta la cenetta romantica a fine giornata).

San Valentino per Esploratori Urbani, nel vecchio sanatorio di Beelitz Heilstätten

Iniziamo il nostro viaggio alla scoperta delle idee anti-romantiche per il vostro San Valentino berlinese… lasciando Berlino! Non è un viaggio lungo: basta arrivare poco oltre i confini cittadini, verso sud, nel Brandeburgo. Più ampio è invece il salto nel tempo, non verso un idilliaco borgo medievale, ma tra le spettrali rovine del sanatorio di Beelitz Heilstätten.

Questo complesso ospedaliero, risalente alla fine del diciannovesimo secolo, è un esempio straordinario di architettura sanitaria dell’epoca, un luogo che narra la storia del tessuto sociale e sanitario tedesco in un contesto a cavallo fra la rivoluzione industriale e gli sconvolgimenti bellici che attendevano l’Europa alla metà del secolo scorso. Qui, lontani dalla frenesia urbana, potrete passeggiare mano nella mano lungo i corridoi del passato, avvolti da un’atmosfera densa di suggestioni storiche, in quello che fu prima un ospedale all’avanguardia e poi, come molti altri, un ospedale militare. Se a incendiare il vostro animo, più che le meraviglie della natura e i paesaggi idilliaci sono le rovine urbane, gli infissi arrugginiti, le pareti con le piastrelle spaccate e l’atmosfera da film dell’orrore, questo è il posto che fa per voi.

Foto di Stefano Comi

Delizie culinarie alla Markthalle Neun

Dopo aver esplorato i sentieri della storia, immergetevi nelle delizie culinarie del presente nella Markthalle Neun, uno dei più antichi e rinomati mercati gastronomici di Berlino. Questa è l’alternativa alla cenetta romantica con fiori e candele – che però non è mai incentrata sulla qualità della cena, ma più che altro sulla qualità del dopo cena. Se invece vi interessa fare davvero un’esperienza gastronomica interessante e condividerla con la persona amata, perché credete che la via verso il cuore passi dal palato, abbandonate i ristorantini d’atmosfera a tuffatevi fra gli stand internazionali di questo tempio del gusto.

Qui potrete dedicare il vostro San Valentino a provare una vasta gamma di cucine, dai piatti tradizionali tedeschi alle specialità internazionali più esotiche, senza timore che spezie, aglio o formaggi rendano meno romantiche le vostre interazioni per il resto della giornata. Certo, non è detto che ci si debba buttare sul kimchi: si possono anche sorseggiare vini biologici degustando specialità al tartufo, il tutto in un ambiente vibrante di colori, sapori e culture diverse. La Markthalle Neun è un luogo dove l’amore per il cibo e la passione per la scoperta si incontrano, creando un’esperienza unica che stimola tutti i sensi – un po’ come dovrebbe fare l’amore, almeno così abbiamo sentito dire in giro.

Foto di Stefano Comi

San Valentino sotto le stelle (del Planetario)

Fa troppo freddo e piove troppo per distendersi su un prato a guardare il cielo stellato. Se però volete concedervi questo classico del romanticismo, abbinato a una componente inconfondibilmente nerd, vi consigliamo di fare un salto allo Zeiss Grossplanetarium di Berlino, che offre un’esperienza indimenticabile. Tra le varie attività proposte, “Starry Night”, con presentazione in inglese, vi invita ad abbandonare il cielo berlinese “consueto”, con il suo inquinamento luminoso, e a perdervi nelle profondità dello spazio che è proprio sopra di noi, ma che normalmente non vediamo.

La presentazione include la storia delle costellazioni, che viene narrata mentre si attraversa e si supera il sistema solare e poi la Via Lattea, che è la nostra galassia. Questa è anche l’attività di San Valentino ideale se il partner vi ha appena detto “ho bisogno di spazio”: rispondere con una gita al Planetarium è un metodo infallibile per fare in modo che l’altra persona scelga subito se lasciarvi definitivamente o restare con voi per il vostro irresistibile umorismo. Noi, sia chiaro, non ci assumiamo responsabilità in nessun caso.

Planetario
I pilastri della creazione nella Nebulosa Aquila
© SPB, Foto: Natalie Toczek (Web)

Berlino dall’alto (ma non dove vanno tutti)

Se desiderate ammirare Berlino da una prospettiva elevata, dimenticate la Torre della Televisione di Alexanderplatz (dove sicuramente si troveranno tutte le coppie poco originali della città, che hanno prenotato da mesi, perché non leggono Il Mitte) e dirigetevi verso il Wolkenhain, una struttura moderna e affascinante situata sulla collina di Kienberg, a Marzahn.

Un momento, vi stiamo consigliando di passare San Valentino… a Marzahn? Sì, perché la vera poesia urbana di questa città non si trova fra le strade del centro, dove tante cose sono rimodellate a misura di turista, ma negli angoli e nei quartieri che restano fuori dalle brochure delle agenzie di viaggio. Questo connubio di design architettonico futurista e natura che resiste all’urbanizzazione offre una vista panoramica di Berlino che toglie il fiato, specialmente quando è illuminato.

Wolkenhain

Passeggiare mano nella mano per le vie dell’architettura socialista

Per gli appassionati di architettura e per tutti coloro che ritengono che il personale sia politico (e che il politico possa diventare personale), consigliamo un tour lungo la Karl-Marx-Allee, partendo da Friedrichshain e dirigendosi verso Mitte. Questa lunga passeggiata, durante la quale si vede avvicinarsi progressivamente la torre della Televisione, racconta l’evoluzione dell’architettura socialista di Berlino, con il sogno di appartamenti di lusso per le classi lavoratrici, ma anche la scelta di creare una promenade particolarmente ampia, per facilitare l’accesso dei carri armati nel caso le suddette classi lavoratrici decidessero di scioperare.

Passeggiando tra le imponenti costruzioni del periodo della Germania Est, potrete ammirare la grandezza e la simmetria delle loro linee, ma soprattutto discutere con il partner sui meriti e i demeriti della DDR, fino ad arrivare a litigare, accusarvi reciprocamente di tendenze anti-democratiche, lasciarvi prima di arrivare ad Alexanderplatz e passare il resto della giornata di San Valentino a cercare un rimpiazzo sulle dating app, dove troverete quelli che sono stati lasciati due paragrafi fa, per la battuta sullo spazio.

Karl-Marx-Allee canva pro berlino

Questo San Valentino, date un tocco speciale al vostro amore scegliendo una celebrazione meno convenzionale, anti-romantica e potenzialmente letale per l’integrità della coppia. Come si dice, fatelo “for the plot”, ovvero solo per andare a vedere come va a finire. La chiave per un amore duraturo è, non dimentichiamolo, la capacità di stupire e rinnovarsi, ma anche di sopportare le idee più stupide dell’altra persona, nonché la vulnerabilità di esprimere le proprie. E non dimenticate di farci sapere se qualcuna di queste idee vi ha cambiato la vita!

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!