Perquisizioni presso il gruppo Vonovia: accuse di corruzione e frodi sugli appalti

Vonovia

Il gruppo immobiliare tedesco Vonovia è stato oggetto di un’incursione, nel corso di un’indagine per sospetta corruzione da parte delle autorità di quattro Länder tedeschi. Numerosi uffici dell’azienda sono stati perquisiti per indagare su presunte irregolarità nell’assegnazione di contratti. La procura di Bochum (dove si trova la sede principale di Vonovia) e l’ufficio di investigazione criminale del Nord Reno-Westfalia hanno confermato che alcune persone coinvolte sono indagate per sospetto di corruzione e frode. Se le accuse dovessero rivelarsi fondate, si potrebbe profilare un danno a un concorrente dell’azienda con sede nella Germania meridionale.

Le accuse: frode e assegnazione di appalti in cambio di denaro

Secondo le indagini, alcuni dipendenti avrebbero favorito alcune aziende nell’assegnazione degli appalti, ricevendo in cambio denaro. Si presume che le specifiche dei servizi siano state manipolate per consentire alle società appaltatrici di fatturare servizi che non erano stati effettivamente forniti. Il denaro ottenuto in questo modo sarebbe stato suddiviso tra gli accusati. Inoltre, le parti coinvolte avrebbero anche stipulato accordi per limitare la concorrenza nelle gare d’appalto, al fine di ottenere che l’assegnazione dei contratti andasse a una determinata società.

Nella giornata di martedì sono stati perquisiti oltre 40 fra locali privati e commerciali nei Länder di Nord Reno-Westfalia, Baden-Württemberg, Sassonia e Amburgo e, secondo la procura, sono stati eseguiti quattro mandati di arresto.


Leggi anche:
Esproprio dei grandi gruppi immobiliari a Berlino: secondo uno studio avrebbe effetti positivi sugli affitti

L’azienda ha confermato la notizia della perquisizione e ha dichiarato l’intenzione di collaborare senza riserve con le autorità, concedendo alle forze dell’ordine l’accesso a tutti i documenti necessari per una verifica rapida e completa della fondatezza delle accuse. Il Gruppo Vonovia ha inoltre sottolineato che i danni causati sono stati esclusivamente finanziari e che non sono state danneggiate persone né sono stati causati danni agli edifici.

Vonovia possiede oltre mezzo milione di appartamenti in Germania

Vonovia dichiara di possedere circa 550.000 appartamenti in tutta la Germania e di recente è stata oggetto di aspre critiche non solo per la sua posizione di monopolio, ma anche per l’aumento degli affitti. Proprio aziende come Vonovia sono state l’oggetto del referendum sull’esproprio che si è tenuto l’anno scorso a Berlino e nel quale la maggior parte della popolazione si è espressa a favore della statalizzazione del patrimonio immobiliare dei giganti di questo settore, considerati responsabili della crisi degli alloggi che affligge la capitale tedesca. Più recentemente, Vonovia è stata criticata per aver sospeso tutti i progetti di nuove costruzioni, nonostante il mercato immobiliare, soprattutto quello degli affitti, sia al momento piagato da una domanda che supera di gran lunga l’offerta.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!