Robert Habeck: “lo sviluppo delle energie rinnovabili in Germania è sulla buona strada”

ministero delle finanze Robert Habeck
Il co-leader dei Verdi, Robert Habeck Foto © FILIP SINGER (epa)

Il Ministro dell’Economia Robert Habeck (Verdi), in un’intervista con la Deutsche Presse Agentur, ha fatto il punto sull’espansione dell’uso delle energie rinnovabili in Germania. L’energia pulita, infatti, resta, a detta del Ministro, un punto centrale nelle politiche della coalizione di governo e del suo partito in particolare.

Habeck vede la situazione attuale come il frutto di importanti progressi, dei quali si dichiara “non insoddisfatto, ma non ancora soddisfatto” e attribuisce al governo il merito di avere eliminato gli ostacoli procedurali e burocratici che limitavano l’implementazione delle energie rinnovabili nel Paese. “Siamo ormai fuori dalla valle di lacrime”, ha dichiarato, ma la strada è ancora lunga.

Wissing Volker
Volker Wissing, FDP.
Fdprlp, CC BY-SA 3.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0>, via Wikimedia Commons

I progressi dell’eolico in Germania: i comuni potranno partecipare ai profitti

Uno degli aspetti della politica energetica tedesca per il quale Habeck ha mostrato maggiore soddisfazione è il pacchetto di misure per l’espansione degli impianti eolici, al quale ha collaborato il Ministro dei Trasporti Volker Wissing (FDP), che ha aperto la strada per l’implementazione di 2,3-2,4 gigawatt di capacità eolica aggiuntiva nel breve-medio termine. Si tratta senza dubbio di cifre importanti ma, secondo il Ministro, per il raggiungimento degli obiettivi climatici è necessario garantirne almeno 10 su base annua. La quota di impiego delle energie rinnovabili in Germania, al momento è del 47%. L’obiettivo del governo, sostiene Habeck, è portarla all’80% entro il 2030.


Leggi anche:
Germania, gas dal Qatar, accordo concluso. Il ministro Habeck: “Super”

Va però ricordato che anche la quota di lignite e carbone fossile nella produzione lorda di elettricità è aumentata nel 2022, passando dal 28% a circa il 31%, secondo i dati dell’Associazione tedesca delle industrie dell’energia e dell’acqua (Bundesverband der Energie- und WasserwirtschaftBDEW). Alla base di questo incremento c’è il ritorno all’impiego delle centrali elettriche a carbone per ridurre il consumo di gas.

energie rinnovabili pala eolica

Per incentivare ulteriormente l’installazione di nuovi parchi eolici, inoltre, sono stati introdotti nuovi regolamenti che danno ai comuni il diritto di partecipare ai profitti degli operatori che li installano. In questo modo, i cittadini che vedono installare nuove pale eoliche nelle aree dei loro comuni di residenza sapranno che non si tratta solo di un’impresa eticamente giusta, ma anche di una circostanza economicamente vantaggiosa. I territori che sostengono l’onere dell’installazione dei parchi eolici possono partecipare finanziariamente degli utili da questi generati, in ragione di 0,2 centesimi per KwH. Questa scelta ha anche un altro vantaggio, poiché porterà le aziende a prediligere le regioni ad alta densità di energie rinnovabili. Fra le misure adottate dal governo c’è la destinazione del 2% di tutto il territorio federale proprio alla costruzione di turbine eoliche.

Aumentare i valori delle gare d’appalto per le energie rinnovabili

Nell’ottica di una continua espansione degli investimenti sulle rinnovabili, inoltre, l’Agenzia Federale per le Reti ha previsto per il prossimo anno un aumento dei valori massimi delle gare d’appalto del 25% per l’eolico e il fotovoltaico. “Questo migliorerà significativamente la redditività economica dei progetti e darà loro un ulteriore impulso” ha sottolineato Habeck.

Lo stato dell’arte, quando si parla di energie rinnovabili in Germania, è ancora lontano dall’essere ottimale, ma è indiscutibile che l’impennata dei prezzi dell’energia determinata dalla guerra in Ucraina abbia dato un grande impulso a questo settore.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest