La Germania consuma troppo gas: l’Agenzia per le Reti teme una crisi nei mesi più freddi

troppo gas

L’Agenzia Federale per le Reti avverte: in Germania si consuma troppo gas e il Paese è avviato verso un’emergenza nella stagione fredda. L’allarme arriva dopo l’analisi dei consumi a livello nazionale nell’ultima settimana di settembre. Le rilevazioni dell’Agenzia, che comprendono tanto i consumi domestici quanto quelli industriali, evidenziano un uso di gas superiore del 10% rispetto alla media calcolata nella stessa settimana fra il 2018 e il 2021 e suggeriscono una riduzione dei consumi di almeno un quinto per scongiurare una crisi in inverno.

Nella trentanovesima settimana dell’anno, infatti, i tedeschi avrebbero consumato 618 gigawattora di gas nelle abitazioni e nelle piccole attività commerciali e professionali, mentre la grande industria avrebbe raggiunto i 1.370 gigawattora – il 2% in più degli anni precedenti. Sullo sfondo, naturalmente, la dipendenza non ancora risolta della Germania dal gas russo e la drammatica scarsità di quest’ultimo, con la sospensione dell’attività del gasdotto Nord Stream 1.


freno al prezzo

Leggi anche:
Freno al prezzo del gas: Germania conferma scudo da 200 miliardi di euro

 


Necessario un risparmio del 20% per scongiurare la crisi

Se non si realizzerà una riduzione dei consumi del 20% nei settori residenziale, commerciale e industriale, avverte il responsabile dell’agenzia Klaus Mueller, in inverno non ci sarà abbastanza gas per tutti. Per evitare che si creino disagi a danno delle famiglie, il governo federale ha ordinato il riempimento degli impianti di stoccaggio fino al 95% della capacità massima entro il primo di novembre – obiettivo che verrà probabilmente raggiunto, se si considera che martedì il livello di riserve negli impianti di stoccaggio tedeschi era pari al 92,8% della capacità degli impianti.

Troppo gas utilizzato per produrre elettricità

Il problema, tuttavia, è che anche un buon livello di stoccaggio potrebbe non bastare a coprire il fabbisogno nazionale in inverno – soprattutto se le temperature saranno particolarmente rigide – a meno che non si mettano in atto significative politiche di risparmio del gas fin da subito. Negli anni passati, il consumo tra dicembre e febbraio è stato approssimativamente rispetto a quello di ottobre. Il risparmio, inoltre, non è da considerare esclusivamente rispetto al riscaldamento dell’acqua e degli ambienti, ma anche dell’elettricità. Il gas, infatti, è ancora utilizzato come fonte energetica in Germania. Nel 2021, per esempio, 121 terawattora di gas (il 12% del consumo totale) sono stati utilizzati per produrre elettricità. Anche per questo motivo – ovvero per ridurre al minimo l’utilizzo del gas a questo scopo – il governo federale sta considerando l’estensione dell’utilizzo dell’energia nucleare.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest