Berlino: 40 aziende di veicoli a noleggio al soldo dei clan

veicoli a noleggio

La criminalità organizzata è fortemente radicata a Berlino: la presenza dei clan è ben nota nella capitale ed è associata a una pluralità di reati, dal traffico di droga alle corse clandestine. Un recente rapporto congiunto della Polizia di Berlino e del Landeskriminalamt (l’Ufficio di Polizia Criminale dello Stato, LKA) hanno richiamato l’attenzione su un particolare aspetto di tali attività criminali. Nello specifico, i dati, resi noti dopo un’indagine dell’emittente RBB, evidenziano il rapporto particolare esistente fra i clan e le aziende di veicoli a noleggio auto operanti nella capitale tedesca.

Difficile risalire ai veri proprietari delle aziende di veicoli a noleggio: usano prestanome e codici fiscali falsi

Secondo le forze dell’ordine, almeno 40 di queste società esisterebbero con lo scopo principale di rifornire i membri dei clan di veicoli, tanto con lo scopo di utilizzarli per commettere reati quanto per farne sfoggio, come simboli di status. Fra i reati più spesso associati al noleggio di auto da parte dei clan ci sono le corse clandestine, che non di rado, a Berlino, sono costate la vita a coloro che vi hanno partecipato. Le aziende di veicoli a noleggio opererebbero spesso con ragioni sociali fittizie, pseudonimi, prestanome e addirittura codici fiscali falsi. Le ragioni sociali cambiano spesso, proprio per rendere più difficile il corso di eventuali indagini e ostacolare la verifica sulla reale proprietà delle aziende. Proprietà che, secondo le ricerche del LKA e della polizia, sarebbero da ricondurre ai membri di famiglie malavitose già note alle forze dell’ordine.


Leggi anche:
Germania, organizzazioni criminali più violente e frodi legate al Covid: il rapporto del BKA

Auto utilizzate per spaccio, rapine e corse clandestine

Le auto, acquistate o noleggiate con i proventi di attività criminali, vengono a loro volta utilizzate per delinquere e generare nuovi profitti, per esempio per la fuga durante le rapine, per il trasporto di stupefacenti, come “taxi della droga” o per le corse clandestine. I modelli di maggior valore vengono utilizzati soprattutto come status symbol. Le auto sono spesso estremamente costose e potenti e vengono noleggiate in spregio a qualsiasi criterio di sicurezza. In diverse occasioni, per esempio, auto con motori da 500 cavalli sono state noleggiate da diciottenni, anche privi di una regolare patente di guida, che hanno pagato in contanti.

I prestanome che risultano come amministratori delle società sono scelti soprattutto nei Paesi dell’est Europa. In un caso, per esempio, un cinquantenne polacco che viveva in condizioni di estrema povertà a Legnica è stato portato più volte in Germania e nominato socio amministratore di ben sette società, nonostante non parlasse tedesco e non risiedesse in Germania. Gli inquirenti ritengono che l’uomo non avesse la minima idea di quali attività venissero svolte dalle società a lui intestate.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest