Piloti della Lufthansa in sciopero: venerdì cancellati circa 800 voli in Germania

piloti della Lufthansa

Un nuovo sciopero comprometterà il traffico aereo in Germania nella giornata di venerdì 2 settembre. Questa volta a restare a terra saranno i piloti della Lufthansa, la cui astensione dal lavoro causerà la cancellazione di circa 800 voli negli aeroporti di Monaco e Francoforte e anche diversi voli interni dall’aeroporto di Berlino. Saranno interessati tanto i voli di linea quanto i voli deputati al trasporto di merci, gestiti da Lufthansa Cargo. Ad annunciarlo è stato il sindacato dei piloti, Vereinigung Cockpit.

Lo sciopero durerà tutto il giorno, a partire dalle ore 0.01 e fino alle 23.59. A spingere i piloti della Lufthansa alla levata di scudi è il fallimento della trattativa con i vertici della compagnia aerea.

Si stima che saranno circa 130.000 i passeggeri interessati dalle cancellazioni.


Leggi anche:
Aeroporti tedeschi: la crisi continuerà per tutta l’estate

 


I piloti della Lufthansa chiedono aumenti e protezione dall’inflazione

Il sindacato chiede un aumento salariale del 5,5% per il 2022, una compensazione automatica per l’inflazione e un adeguamento della struttura salariale. “La nostra unica opzione è quella di supportare le nostre richieste con un’azione sindacale” ha dichiarato Matthias Baier, portavoce di Cockpit, accusando Lufthansa di non venire incontro alle richieste del sindacato. I piloti, afferma Baier, hanno bisogno di un’offerta “significativamente più alta” e di una “soluzione sostenibile per la struttura retributiva di tutti i gruppi professionali”.

All’inizio di agosto, il sindacato Verdi ha raggiunto un accordo salariale con Lufthansa per quanto riguarda il personale di terra. Quella particolare negoziazione ha portato a significativi aumenti salariali per le categorie in questione – anch’esse coinvolte in estesi scioperi durante l’estate.

I voli verso gli hub di Francoforte e Monaco, in particolare, saranno cancellati venerdì, ha annunciato Lufthansa.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest