La senatrice agli interni di Berlino pensa al divieto di alcol nei parchi

senatrice agli interni
Iris Spranger. Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, 2021-12-21 Sitzung des Abgeordnetenhauses von Berlin by Sandro Halank–127, make the picture square by I don't, CC BY-SA 4.0

La senatrice agli interni e alla sicurezza di Berlino, Iris Spranger, si è espressa a favore del divieto di alcol nei parchi e ad altre misure per contenere il livello dei reati registrati nella capitale.

Da tempo, infatti, la situazione di alcuni parchi cittadini è progressivamente degenerata e per questo un gruppo di coordinamento tra distretti ha già cominciato a pensare a misure molto specifiche.


Leggi anche:
Scontro con le pistole ad acqua degenera in rissa. Quattro arresti in una piscina pubblica a Berlino

Parchi recintati e divieto di alcol per contrastare i reati?

Appena la settimana scorsa, la polizia si è trovata a sgomberare il James Simon Park, nel distretto di Mitte. Era accaduto anche nel primo weekend di giugno, ma è dall’estate scorsa che si denunciano preoccupanti episodi di violenza in vari parchi di Berlino e per questo l’amministrazione del senato per gli interni sta pensando a come aumentare il livello di sicurezza.

“Stiamo già sviluppando soluzioni con i distretti in un gruppo di lavoro congiunto” ha dichiarato martedì la senatrice degli Interni Iris Spranger (SPD), parlando con il Berliner Morgenpost. Il gruppo di lavoro si è incontrato per la prima volta la scorsa settimana e ha cominciato già a parlare di possibili soluzioni.

Iris Spranger. Sandro Halank, Wikimedia Commons, CC BY-SA 4.0, CC BY-SA 4.0 <https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0CC BY-SA 4.0 Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0>, via Wikimedia Commons

Spranger non esclude neanche misure drastiche, come ad esempio il divieto di alcol all’interno dei parchi o di recintare le aree verdi della capitale. “Se non rimangono altre opzioni, da un certo punto in poi si dovrà pensare anche a questo” ha commentato.

Sulle misure proposte, il gruppo di lavoro si divide

Su questi provvedimenti in particolare, non c’è una posizione congiunta. Jochen Biedermann (Verdi), consigliere comunale di Neukölln responsabile per gli spazi verdi, ha dichiarato ad esempio che decisioni di questo tipo non possono che essere collegate alle singole realtà di distretto e “di non sentirne la necessità a Neukölln, al momento”. È possibilista invece il consigliere di Charlottenburg-Wilmersdorf, Oliver Schruoffeneger, che ritiene che divieto di alcolici e la possibilità di recintare i parchi debbano far parte degli strumenti disponibili per arginare il problema.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest