Bilancio del 1° maggio 2022 a Berlino. La polizia: “Il più pacifico da decenni”

1° maggio 2022 a Berlino. Foto di Beatrice Massimi

Nella giornata di ieri, per il 1° maggio 2022, a Berlino, si sono tenute decine di manifestazioni diverse per la festa del lavoro. Particolare attenzione è stata prestata, da parte della polizia, alla manifestazione di sinistra denominata “1° maggio rivoluzionario”.

1° maggio 2022 a Berlino. Foto di Beatrice Massimi

L’andamento dei cortei è stata tuttavia decisamente pacifica, considerato anche il volume dei partecipanti. Sono stati però registrati, soprattutto in serata, alcuni scontri con la polizia e alcuni conseguenti arresti.


Leggi anche:
Berlino: lancio di uova contro Franziska Giffey alla manifestazione del Primo Maggio

1° maggio 2022 a Berlino: andamento pacifico, pochi gli scontri

I partecipanti contati a Berlino ieri, per la tradizionale festa dei lavoratori, sono stati circa 14.000. Lunedì la polizia, che per l’occasione ha schierato circa 6000 agenti in tutta la città, ha parlato del 1° maggio più pacifico degli ultimi decenni.

1° maggio 2022
1° maggio 2022 a Berlino. Foto di Beatrice Massimi

Anche il capo della polizia di Berlino, Barbara Slowik, ha parlato di una manifestazione “relativamente tranquilla” rispetto agli anni precedenti. Anche perché i cortei degli ultimi due anni hanno risentito delle pesanti tensioni sociali prodotte dalla crisi del Covid19, che quest’anno sono state praticamente assenti.

Durante la manifestazione dei sindacati, alla porta di Brandeburgo, la sindaca di governo, Franziska Giffey, è stata contestata e colpita con un uovo.

1° maggio 2022 a Berlino. Foto di Beatrice Massimi

Sono stati registrati, tuttavia, anche alcuni arresti, prima di mezzanotte. Secondo quanto riportato dai media locali, tra i quali la Berliner Zeitung, risultano infatti finite in manette 37 persone, in seguito a una serie di scontri con le forze dell’ordine, il cui sindacato denuncia 30 agenti feriti. Ulteriori aggiornamenti potranno arrivare nella mattinata di oggi.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!