Baerbock incontra Zelensky e promette giustizia per Butscha: “I responsabili devono pagare”

0
74
Baerbock incontra Zelensky
Annalena Baerbock (durante l'incontro con il primo ministro ucraino, 7 feb 2022). Kmu.gov.ua, CC BY 4.0 , via Wikimedia Commons

La ministra tedesca degli esteri Annalena Baerbock si è recata in Ucraina, dove ha incontrato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Baerbock è stata accompagnata dal suo omologo olandese, il ministro degli esteri Wopke Hoekstra.

Riaperta anche l’Ambasciata tedesca a Kiev, che riprende la sua attività martedì, con una presenza minima.

Baerbock incontra Zelensky

Il presidente ucraino ha ringraziato la ministra tedesca per il supporto ricevuto nel corso del conflitto che l’Ucraina subisce sul suo territorio. ”Ha un grande valore che la Germania mostri solidarietà verso il popolo ucraino” ha dichiarato Zelensky martedì, di fronte alle telecamere.

Baerbock ha visitato anche i sobborghi della capitale, inclusi Irpin e Butscha, teatri di massacri rispetto ai quali la ministra ha assicurato all’Ucraina il suo sostegno nelle indagini. Baerbock ha dichiarato che a queste vittime si deve non solo la commemorazione, ma anche il fatto di fare in modo, come comunità internazionale, che i responsabili rispondano delle loro azioni. “Questa è la promessa che possiamo e dobbiamo fare qui a Butscha” ha commentato Baerbock.


macron

Leggi anche:
Scholz e Macron a Berlino verso la de-escalation: “Ma l’Ucraina deve dettare i termini delle trattative”

Riapre l’ambasciata tedesca a Kiev

Baerbock ha anche annunciato la riapertura dell’ambasciata tedesca nella capitale ucraina, che era stata chiusa a metà febbraio e con il personale impegnato a lavorare su due fronti: la Polonia e Berlino.

In una conferenza stampa congiunta con il ministro degli esteri ucraino, Dmytro Kuleba, l’esponente dei Verdi ha dichiarato che l’ambasciata tedesca dovrebbe riprendere la sua attività martedì, con una presenza minima. La Germania è uno degli ultimi Paesi a far tornare a Kiev i suoi diplomatici, dopo Francia, Italia, Gran Bretagna, Austria, e altri Paesi europei, e dopo il rientro, avvenuto domenica, di Stati Uniti e Canada.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here