Germania: 19 assicurazioni sanitarie pubbliche diventeranno più care nel 2022

assicurazioni sanitarie pubbliche

Le assicurazioni sanitarie in Germania sono di due tipi: pubbliche e private. Quelle pubbliche, di gran lunga le più diffuse e generalmente più economiche, sono in tutto 97 e, secondo quanto riferisce il Welt am Sonntag, 19 di queste hanno aumentato il costo mensile per gli assicurati a partire dal primo gennaio di quest’anno. La fonte di questa informazione sarebbe l’associazione centrale delle assicurazioni sanitarie pubbliche (Spitzenverband der gesetzlichen Krankenkassen o GKV). Per chi non avesse familiarità con il sistema assicurativo tedesco, specifichiamo che il costo delle assicurazioni pubbliche è composto da un tasso di contribuzione generale, che è pari al 14,6 per cento del reddito lordo dell’assicurato, e da un contributo supplementare che l’assicurazione può chiedere.

Fra le assicurazioni sanitarie pubbliche che hanno alzato i costi ci sono nove AOK

Fra le assicurazioni che hanno applicato questo aumento ci sono nove delle undici Allgemeine Ortskrankenkassen, che, con l’acronimo di AOK, sono fra le più note e popolari di tutto il Paese, con quasi 21 milioni di clienti.


Leggi anche:
Cosa fare in caso di perdita del certificato di vaccinazione?

Al momento, l’assicurazione sanitaria pubblica più costosa è la BKK24, un’assicurazione aziendale nazionale il cui premio si attesta sul 17,1 per cento del reddito lordo dei clienti, mentre la più economica è la BKK della BMW, con il 14,9 per cento. Le BKK (Betriebskrankenkassen) sono assicurazioni aziendali e nove fra le più piccole di questa categoria hanno addirittura abbassato i premi con il nuovo anno.

I rappresentanti delle assicurazioni avvertono: senza aiuti statali “tsunami dei costi” nel 2023

Secondo i rappresentanti di questo settore, gli aumenti del 2022 potrebbero essere solo l’inizio di una crescita considerevole dei costi a carico dei cittadini per la sanità. “A meno che la politica non intervenga attivamente, ci sarà uno tsunami dei premi assicurativi nel 2023”, ha dichiarato Andreas Storm, il CEO di DAK-Gesundheit, che è la terza più grande compagnia di assicurazione sanitaria pubblica in Germania. Le notevoli spese sostenute negli ultimi due anni avrebbero messo in difficoltà le assicurazioni pubbliche. Carola Reimann, presidente dell’associazione federale AOK, sostiene che l’unico modo di far fronte a tali costi sia ricorrere ad aiuti statali o alle riserve delle assicurazioni stesse.

Il governo ha già concesso alle assicurazioni un sussidio federale supplementare pari a 14 miliardi di Euro, senza il quale, sostiene Storm, già da quest’anno i contributi sarebbero aumentati in media di un punto percentuale, invece che di di 0,1.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest