Edeka, Rewe, Kaufland e altri: oggi sciopero a Berlino e nel Brandeburgo

0
59
oggi sciopero
Foto di. Saalebaer, CC0, via Wikimedia Commons

Il sindacato Verdi ha chiamato allo sciopero nella giornata di oggi, giovedì 14 ottobre, i lavoratori del commercio al dettaglio di Berlino e del Brandeburgo. Sono invitati a restare a casa, tra gli altri, i dipendenti delle catene di supermercati Edeka, Rewe e Kaufland, e inoltre quelli di Primark, Galeria Karstadt Kaufhof, Ikea e Thalia, così come quelli che lavorano presso i depositi alimentari.

Questa mattina è prevista anche una manifestazione, che dovrebbe avere luogo a Breitscheidplatz.


quattro ore

Leggi anche:
Il caos al BER continua: passeggeri in aeroporto quattro ore prima della partenza!

 


Oggi sciopero dei dipendenti dei supermercati e altre catene

La ragione dello sciopero è il fatto che si trascinino ormai a rilento le trattative relative alla contrattazione collettiva del settore, che riguarda il destino di circa 141.000 dipendenti di Berlino e 78.000 del Brandeburgo.

A metà settembre già avevano scioperato 700 lavoratori, ma senza che le trattative accelerassero. Di conseguenza, il sindacato Verdi ha deciso di rilanciare.

Conny Weißbach: “Non riconosciuta l’importanza sistemica dei dipendenti del settore”

La segretaria di Verdi, Conny Weißbach, ha sottolineato sia l’importanza sistemica dei dipendenti del commercio al dettaglio, emersa con particolare evidenza durante la pandemia, sia il mancato apprezzamento da loro ricevuto. “Le trattative per la contrattazione collettiva si trascinano da mesi” ha rimarcato Weißbach, sottolineando inoltre la necessità di incrementare gli stipendi dei dipendenti parallelamente all’aumento del tasso d’inflazione, che ha visto i prezzi dei generi alimentari, della benzina e dell’abbigliamento aumentare tra il 3,5 e il 10,5%.

Verdi punta a un aumento del 4,5%, a 45 euro in più in busta paga e a un salario minimo di 12.50 l’ora. I datori di lavoro vogliono invece aumentare i salari in modo scaglionato, avendo a disposizione un termine più lungo.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here