Regola 2G a Berlino: introdotta eccezione per i bambini

eccezione per i bambini

L’introduzione della “regola 2G” per moltissime attività commerciali da parte del Senato di Berlino ha suscitato aspre critiche, spingendo le autorità a introdurre un’eccezione per i bambini. La norma si basava su un principio semplice: albergatori, ristoratori e organizzatori di eventi potevano evitare le rigide norme sul distanziamento e sull’uso della mascherina al chiuso –così da permettere di nuovo la piena affluenza e quindi incrementare le entrate – riservando l’accesso solo alle persone vaccinate o guarite dal Covid.

Le proteste che si sono levate all’approvazione di questa nuova regola si concentravano appunto sulla richiesta di introdurre un’eccezione per i bambini sotto i 12 anni, che non possono essere vaccinati e che sarebbero stati quindi di fatto esclusi da molte forme di aggregazione sociale, limitando anche le opzioni delle famiglie.


bar di potsdam

Leggi anche:

Bar di Potsdam accetta solo vaccinati e guariti: “Sono stato chiuso otto mesi, scelgo il 2G”

 


Eccezione per i bambini: approvata a tempo di record

Per questo motivo, il Senato della capitale ha approvato a tempo di record una modifica al testo originale, che prevede un’eccezione per i bambini sotto i 12 anni, i quali possono essere ammessi in tutti i contesti in cui si applica la regola 2G dietro presentazione di un test negativo – a meno che non vengano già regolarmente testati a scuola. La modifica è stata approvata mercoledì, ovvero solo un giorno dopo l’approvazione del nuovo regolamento cittadino anti-Covid.

Ricordiamo che la regola 2G è a discrezione dei singoli esercenti

Va specificato che la regola 2G non è obbligatoria, ma opzionale: starà ai singoli esercenti scegliere quale principio applicare nelle proprie strutture. La modifica appena introdotta si limita a stabilire che, anche laddove il gestore di un hotel o di un ristorante scelta di implementare tale regola, non potrà comunque rifiutarsi di ammettere i minori di 12 anni, nonostante non siano vaccinati, purché dietro presentazione di un test Covid negativo.

Franziska Giffey: “Le famiglie con bambini sono massicciamente svantaggiate”

A chiedere a gran voce l’introduzione di un’eccezione per i bambini sono stati gli stessi partiti della coalizione di governo Rosso-rosso-verde al Senato di Berlino, soprattutto l’SPD di Franziska Giffey. “Le famiglie con bambini” ha dichiarato la candidata alle prossime elezioni del Land “sono massicciamente svantaggiate nella partecipazione alla vita sociale”. Per questo motivo l’applicazione indiscriminata della regola 2G appariva come una punizione ingiusta anche a quelle famiglie che rispettano le regole e si comportano responsabilmente.

I Verdi, inoltre, chiedono anche eccezioni per le persone che non possono vaccinarsi per motivi medici.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!

facebook
Twitter
Pinterest