Larve nei laghi di Berlino: i bagnanti colpiti da dermatite

0
378
parassiti nei laghi di berlino

I bagnanti dei laghi di Berlino non trovano un attimo di pace. Dopo la preoccupazione per le alghe tossiche e gli incidenti a Tegeler See, il nuovo allarme lanciato dalla Lageso (Landesamt für Gesundheit und Soziales, ovvero il dipartimento per la salute e gli affari sociali del Land di Berlino) riguarda la presenza di larve di parassiti nelle acque di alcune popolari destinazioni balneari della capitale tedesca. Il nome tedesco di questi sgradevoli animali (Saugwurm, letteralmente “verme succhiatore”) è più suggestivo e fa pensare alle sanguisughe, ma si tratta in realtà di una specie di parassiti conosciuti in italiano come trematodi. Come le sanguisughe, questi vermi si attaccano all’ospite usando ventose o uncini e possono arrivare alla lunghezza di qualche centimetro. Quelle che i bagnanti berlinesi rischiano di ritrovarsi addosso, però, sono le loro larve, le quali possono causare fastidiose dermatiti.


ristoranti di berlino

Leggi anche:
Divieto di balneazione a Tegeler See: le alghe azzurre sono tossiche per i bagnanti

 


In quali laghi di Berlino si trovano le larve dei trematodi

Le infestazioni sono state riscontrate, fino a questo momento, a Müggelsee, Schlachtensee e Jungfernheideteich. La causa? Probabilmente l’innalzamento delle temperature. I trematodi, infatti, hanno bisogno di acque relativamente calde per prosperare. Le maggiori concentrazioni si trovano, secondo la Lageso, nelle aree più vicine alla riva, specialmente in presenza di una vegetazione acquatica rigogliosa e nelle zone dove si concentrano molti uccelli come anatre e cigni. Il motivo per cui le larve si staccherebbero dalle piante acquatiche sulle quali crescono per attaccarsi agli esseri umani sarebbe proprio questo: l’ignaro bagnante viene scambiato per un’anatra e la larva inizia a cibarsi degli strati superiori di pelle, causando spiacevoli eruzioni cutanee. Chiunque sperimentasse questo genere di sintomi dopo aver fatto il bagno in un lago è invitato a segnalarlo al dipartimento della salute competente.

Come evitare di essere attaccati dalle larve e cosa fare in caso di sintomi

Coloro che volessero rinfrescarsi nei laghi di Berlino evitando di essere presi per uccelli acquatici e di invitare inavvertitamente colonie di larve a un gustoso banchetto possono, sempre secondo i suggerimenti della Lageso, evitare le acque torbide dove la visibilità è ridotta, le zone vicine alla riva con la maggiore concentrazione di piante acquatiche o sulle quali galleggia una visibile patina verde o bluastra. Si consiglia inoltre di cambiare il costume da bagno appena usciti dall’acqua, di fare la doccia e di strofinarsi vigorosamente con un asciugamano. È anche importante utilizzare prodotti per la protezione solare resistenti all’acqua e lavare bene i costumi da bagno prima di riutilizzarli. Infine, è altamente sconsigliato attirare in qualsiasi modo gli uccelli acquatici. In caso di irritazioni cutanee, problemi respiratori o disturbi gastrointestinali dopo il bagno, si consiglia di consultare il medico e informare il Gesundheitshamt locale.

Per informarsi sulle condizioni igieniche delle località balneari di Berlino è anche possibile consultare il sito badestellen.berlin.de.

facebook
Twitter
Pinterest