Infermiera sostituisce vaccino con soluzione fisiologica: indagata

0
77
infermiera vaccino biontech soluzione fisiologica

In un centro vaccinale di Schortens, in Bassa Sassonia, un’infermiera ha ammesso di aver riempito sei siringhe di soluzione salina, invece che con il vaccino Biontech-Pfizer che doveva essere somministrato ai pazienti, per coprire un incidente occorso poco prima. L’infermiera, infatti, era responsabile della preparazione – ma non dell’inoculazione – delle dosi di vaccino e avrebbe per sbaglio fatto cadere una fiala del preparato Biontech. Allo scopo di coprire il proprio errore, avrebbe quindi deciso di sostituirlo interamente con la soluzione che normalmente si usa per diluirlo.


5% della popolazione

Leggi anche:
Covid19 in Germania: il 22% della popolazione vaccinata una volta. Il 7% due volte

Le autorità sanitarie, allertate da un collega dell’infermiera, alla quale la donna aveva confidato l’accaduto, hanno immediatamente informato la collettività, specificando che la soluzione iniettata è perfettamente innocua e i pazienti che l’hanno ricevuta non corrono alcun rischio.

Per prevenire ulteriori incidenti del genere in futuro, nell’intero distretto è stato stabilito di non permettere più a nessun operatore sanitario di maneggiare i vaccini senza supervisione. Per la preparazione e somministrazione delle dosi si richiederà sempre la presenza di almeno due persone, così che eventuali incidenti possano essere denunciati immediatamente.

L’infermiera responsabile della sostituzione, della quale si attendono a breve le dimissioni, è anche oggetto di un’indagine da parte delle forze dell’ordine per il reato di lesioni personali.

Nel frattempo il centro vaccinale interessato ha ricostruito la dinamica dell’incidente, risalendo al momento della distruzione della fiala di vaccino Biontech, che dovrebbe collocarsi intorno alle 8.00 della mattina di mercoledì 21 aprile. Per questo motivo, tutte le persone che sono state vaccinata entro le 13.00 dello stesso giorno saranno richiamate per essere sottoposte a un test degli anticorpi, allo scopo di determinare chi abbia ricevuto effettivamente la vaccinazione e chi la soluzione fisiologica. Il primo gruppo potrà ricevere la seconda dose il 12 maggio, mentre agli appartenenti al secondo gruppo dovrà essere dato un nuovo appuntamento per la prima somministrazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here