Inizia la ristrutturazione dello Spreepark di Berlino. Costerà 4,4 milioni di Euro

0
123
spreepark di Berlino

Oltre 4,4 milioni di Euro per ristrutturare lo Spreepark di Berlino. Uno dei luoghi abbandonati più iconici della città, nel quartiere di Treptow dovrebbe finalmente essere ristrutturato e riportato agli antichi splendori. Certo, qualcuno potrebbe obiettare che il vero “splendore” di questo luogo sia stato raggiunto nel periodo in cui era possibile visitarlo di nascosto e realizzare servizi fotografici immortalandone la scenografica decadenza – una caratteristica molto apprezzata dagli artisti che passano per Berlino – ma la commissione di bilancio del Bundestag ha evidentemente un’idea diversa.


Leggi anche:
Kunsthaus Tacheles: storia della vecchia casa degli artisti nel cuore di Berlin Mitte

Solo per rimettere a nuovo la celebre ruota panoramica, che per tutta la città è il simbolo dello Spreepark, saranno investiti 1,44 milioni di Euro, mentre altri 3 saranno dedicati alla riconversione del capannone in un centro culturale.

Origini dello Spreepark di Berlino

Nel 1969 inaugurava il Kulturpark Plänterwald, l’unico grande parco dei divertimenti della Germania Est. La sua creazione era parte delle celebrazioni per il ventennale della DDR. Quest’anno si celebra invece il ventennale della sua chiusura, avvenuta nel 2001. Nell’interregno fra il 2001 e il 2014, quando il sito è stato ricomprato dal municipio, lo Spreepark è diventato uno dei luoghi “proibiti” più amati di Berlino, uno di quei “non-luoghi” nei quali videomaker, fotografi e artisti di ogni genere si intrufolavano per cogliere quello spirito sospeso che per molti incarna l’anima della città, quella condizione ibrida fra glorie passate e potenziale futuro, con in mezzo i segni di un decadimento esibito e a suo modo affascinante.

La grande ruota panoramica, che poteva essere vista dalla Sprea, era senza dubbio il simbolo di tutto questo. La struttura attuale non è, ovviamente, la prima costruita nel parco: si tratta infatti di una giostra costruita nel 1989, poco prima della caduta del muro, in sostituzione di una più piccola. Enorme e fatiscente, la ruota è in corso di smantellamento da gennaio e i restauri dovrebbero iniziare nel 2023.

I fondi stanziati fanno parte di un pacchetto più ampio di riqualificazione di strutture urbane che finanzieranno quattro progetti nella capitale in ragione di circa 7,5 milioni di Euro.