Francoforte, riprende la rubrica ARTEITALIA: online la lezione-intervista di Elisabeth Oy-Marra

0
102
Giovan Pietro Bellori. Di Carlo Maratta - [2], Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=32804487

Disponibile anche sul canale youtube del Consolato d’Italia a Francoforte la lezione-intervista sulla nuova edizione critica bilingue di “Vite de’ pittori, scultori e architetti moderni” di Giovan Pietro Bellori”, tenuta dalla Prof.ssa Elisabeth Oy-Marra, dell’Università “Johann Gutenberg” di Mainz.

Con questo contributo, che vi postiamo anche qui, all’interno dell’articolo, riprende la rubrica ARTEITALIA, un ciclo che pone l’attenzione sull’arte italiana.

Stavolta ARTEITALIA offre un viaggio nell’arte del XVII secolo

L’edizione nasce dalla collaborazione con la Bibliotheca Hertziana – Max-Planck Institut für Kunstgeschichte di Roma, ed è curata dalla stessa Prof.ssa Elisabeth Oy-Marra, Tristan Weddigen e Anja Brug. Prevede la pubblicazione di tredici volumi, sei dei quali già usciti, con le biografie di quindici artisti seicenteschi, ognuna accompagnata da un’introduzione dei curatori, uno o più saggi scientifici e un apparato iconografico.

Parliamo di un’opera letteraria complessa ed interessante, che si propone come stimolo per la discussione di questioni metodologiche, storiografiche e artistiche dei protagonisti dell’arte del XVII secolo, sia italiani che europei.

Durante l’incontro digitale con il Consolato d’Italia a Francoforte, la professoressa Oy Marra ha presentato l’intra collana e due libri da lei curati: “L’idea del pittore, dello scultore e dell’architetto” e “Vita di Andrea Sacchi“.


Leggi anche:
Alessandro Barbero a Francoforte: il video della lezione-intervista

 


Note sulla relatrice

Elisabeth Oy-Marra è ordinaria presso l’Istituto di Storia dell’Arte e Musicologia dell’Università di Mainz, dove ha fondato e dirige anche il gruppo di ricerca sulle “Vite” di Bellori. Nel 2011, è stata Ailsa and Bruce Mellon Visiting Senior Fellow al Center of Advanced Studies in the Visual Arts (CASVA), alla National Gallery di Washington.
Il suo lavoro si concentra sulla biografia e la storiografia degli artisti, la storia della terminologia estetica, la comunicazione simbolica, l’arte e la storia della conoscenza e del collezionismo nella prima età moderna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here