Musica, film e libri: tutta l’arte da godersi gratis in quarantena

0
442
arte musica in quarantena

C’è una buona notizia per tutti gli artisti che, almeno una volta nella vita, si sono sentiti dire che farebbero meglio a “trovarsi un lavoro vero” o a “fare qualcosa di utile alla società”: il mondo intero si è appena accorto di quanto siano indispensabili. La quarantena ha improvvisamente spostato l’intrattenimento e l’arte molto più in alto nella scala delle priorità, diciamo subito sotto la carta igienica e le penne rigate. Questo perché l’emergenza ci divide in due categorie: quelli che possono fare qualcosa e quelli che devono solo aspettare, chiusi in casa, che passi questo momento incredibilmente buio della nostra storia. E chi resta da solo in casa con la propria paura scoprirà molto presto che le interazioni sociali mediate dalla tecnologia possono essere sfiancanti, che controllare ossessivamente i bollettini non fa che alimentare le ansie e che c’è un numero limitato di lavori di casa che si possono sopportare in un singolo giorno. Ed è in questa situazione che gli esseri umani cercano conforto dove lo hanno sempre trovato: nell’arte. Che sia “alta” o “bassa”, che sia ufficialmente riconosciuta come arte o che sia semplice intrattenimento popolare, in questo momento ci ritroviamo come i nostri antenati a riscoprirci animali narrativi, che hanno bisogno di ascoltare storie intorno al fuoco, per scacciare la paura della notte. E proprio in questo momento gli artisti in senso lato vengono in nostro soccorso. Sono moltissimi, infatti, i singoli autori, ma anche le piattaforme, le istituzioni e le aziende impegnate nel settore culturale che hanno reso disponibili i propri contenuti in forma gratuita, per aiutarci a sopportare la quarantena prendendoci qualche pausa salutare dall’angoscia delle notizie sul Covid-19. In questo articolo abbiamo raccolto alcuni dei contenuti gratuiti che si possono trovare in rete.

Libri

Libri e audiobook, nelle forme più svariate, sono stati resi disponibili in forma gratuita da autori e case editrici, per collaborare allo sforzo collettivo di mantenerci sani di mente durante la quarantena. Incredibilmente, perfino Amazon ha scelto di concedere qualcosa gratuitamente, concentrandosi soprattutto sui più piccoli. Tramite Audible, infatti, è possibile accedere alla sezione Audible Stories e ascoltare moltissime fiabe, racconti e romanzi per bambini e ragazzi in varie lingue. L’offerta più ricca viene probabilmente da RaiPlay, che mette a disposizione gratuitamente circa un centinaio di titoli dall’archivio del programma di Radio Rai 3 “Ad Alta Voce”. Si tratta quasi esclusivamente di classici letti da alcuni dei più grandi interpreti italiani.

C’è poi una frenetica produzione indipendente, con artisti di ogni caratura che organizzano letture in streaming sui propri social, destreggiandosi fra le limitazioni imposte dal diritto d’autore. Per l’occasione, lo scrittore Neil Gaiman ha reso disponibili alcuni materiali inediti e non sul proprio sito e ha anche dato il permesso a chiunque lo desideri di effettuare letture pubbliche di qualsiasi suo scritto.


In Italia, lo scrittore Tiziano Sclavi, celebre creatore di Dylan Dog, ha reso disponibile gratuitamente il suo più celebre romanzo, Dellamorte Dellamore, del 1991. Lo si può scaricare qui o leggerlo direttamente online a questo link.

Musica

Classica e opera: gratis nei più grandi teatri del mondo

Il mondo della musica classica ha risposto a questa insolita “chiamata alle armi” con enorme entusiasmo. Alcuni dei più grandi teatri d’opera e sale da concerto del mondo hanno messo a disposizione i propri archivi audio e video in forma completamente gratuita per la durata dell’emergenza. La Berliner Philharmoniker, per esempio, offre la propria concert hall digitale gratuitamente a chiunque la voglia esplorare, per tutta la durata dell’emergenza. Basta registrarsi a questo indirizzo per trovarsi di fronte a un catalogo sterminato di concerti divisi per genere, per compositore, per epoca, per artista, per direttore d’orchestra o per interprete. Pressoché identica l’iniziativa del MET di New York, che non richiede neppure la registrazione. Basta visitare il sito ufficiale e scegliere una delle tante splendide produzioni in catalogo. Consigliato a chi ha a) un ottimo impianto audio b) vicini molto pazienti c) auricolari di eccellente qualità d) tutte le precedenti. La Royal Opera House di Londra, invece, ha scelto di programmare una serie di streaming gratuiti in momenti precisi, come parta di un programma legato all’hashtag #OurHouseToYourHouse. Per conoscere il calendario, visitate il loro canale Youtube.

Dello stesso avviso, la Wiener Staatsoper, che trasmette dalla propria piattaforma invece che dai canali social, ma lo fa comunque in giorni e orari precisi.

iHeart Living Room Concert – da Elton John a Lizzo, decine di artisti si esibiscono live dal salotto di casa

L’iHeart Living Room Concert è il Live Aid ai tempi del Coronavirus. Si tratta di un concerto “condotto” da Elton John e trasmesso il 29 marzo negli Stati Uniti su FOX, al quale hanno partecipato numerosi artisti di fama mondiale, da Alicia Keys a Lizzo, da Billie Joe Armstrong dei Green Day a Lady Gaga, da Billie Eilish a Dave Grohl. Ognuno si è esibito dal salotto di casa propria e l’evento è stato aperto da una estemporanea reunion dei Backstreet Boys (che nel frattempo non sono più tanto ragazzi del muretto quanto signori di mezza età nella villa con piscina). Il concerto aveva lo scopo primario di invitare gli spettatori a sostenere due organizzazioni benefiche americane che tentano di offrire assistenza alle fasce sociali più a rischio e supportare chi lavora in prima linea durante l’emergenza. Il video integrale non è più disponibile, ma le singole clip sono disponibili su Youtube in forma di playlist.

Musica Che Unisce – gli artisti italiani a sostegno della protezione civile

Anche in Italia è stata organizzata un’iniziativa simile. Il progetto “Musica che Unisce” è stato creato per raccogliere donazioni da destinare alla Protezione Civile, i cui volontari lottano in prima linea per contenere l’emergenza sanitaria. Il concerto, che è stato trasmesso il 31 marzo su Rai 1 ed è ora disponibile su Youtube, ha visto coinvolti grandissimi nomi della musica e dello spettacolo. Ognuno dal salotto di casa propria, nel rispetto della quarantena, gli artisti hanno eseguito i propri successi, che sono stati composti in un’unico grande show online. Fra gli artisti coinvolti ci sono musicisti e performer di genere diverso: da Andrea Bocelli a Calcutta, da Dario Brunori a Fedez, da Gianni Morandi a Roberto Bolle, da Bebe Vio a Luca Zingaretti e moltissimi altri.

Film

Per guardare film online non è necessario essere abbonati a piattaforme di streaming a pagamento come Netflix o Amazon Prime: si possono sfogliare i cataloghi di alcuni siti che hanno scelto di mettere a disposizione gratuitamente i propri titoli. Uno di questi è l’Ischia Film Festival, con un interessante catalogo di film in concorso negli ultimi anni. Un’interessantissima panoramica sulle produzioni indipendenti che spazia fra i generi e gli stili. Sul sito www.thefilmclub.it, invece, troverete 100 film della Minerva Picture, messi a disposizione per aderire al progetto #iorestoacasa. Qui troverete titoli assai eterogenei: dai classici di culto ai blockbuster internazionali, fino al cinema nazional-popolare italiano.

Fumetti

Anche per gli amanti dei fumetti ci sono alcune interessanti risorse online. Le piccole case editrici italiane, a differenza di quelle internazionali, non possono più spedire le copie fisiche dei propri fumetti, ma è comunque possibile per i lettori accedere alle copie digitali. Il sito Fumettologica offre una trentina di titoli gratuiti, scaricabili da qui.
Chi invece preferisce leggere in inglese può esplorare la sezione free comics di Comixology Per quanto non sia stata compilata espressamente per questo periodo di quarantena, questa pagina presenta sempre una selezione di titoli molto interessanti, che vale la pena spulciare di tanto in tanto, per scoprire nuovi autori e produzioni indipendenti.

Leggi anche: 5 film spagnoli per affrontare la quarantena

Leggi anche: 3 serie tv per imparare il tedesco in quarantena