Coronavirus in Germania, si allentano le restrizioni. Ma il primo ministro bavarese avverte: “Dobbiamo agire con cautela!”

0
382
restrizioni
restrizioni

Angela Merkel e i primi ministri dei Länder tedeschi hanno tenuto una teleconferenza questo pomeriggio per discutere un eventuale allentamento delle misure concepite per rallentare la diffusione del Coronavirus.

Il risultato

La decisione principale è che le restrizioni di contatto applicabili in Germania saranno prorogate fino al 3 maggio.

Le attività scolastiche in Germania riprenderanno il 4 maggio, iniziando con le classi che sosterranno gli esami il prossimo anno.

Riapriranno inoltre i negozi con una superficie fino a 800 metri quadrati e che dovranno tuttavia seguire determinati requisiti di igiene e restrizioni di accesso. Potrebbero riaprire indipendentemente dalle misure della loro superficie, invece, i rivenditori di automobili e di biciclette, le librerie, biblioteche e archivi, i giardini zoologici e botanici.

Continueranno la loro attività anche i parrucchieri, ma dovranno utilizzare dispositivi di protezione.

Dovrebbero invece restare chiusi bar, ristoranti e pub.

La cancelliera e i ministri hanno adottato questa linea dopo lunghi negoziati.

Secondo la Merkel, è “consigliato e consigliabile” indossare una mascherina in pubblico, specialmente quando si fa spesa e quando si prendono mezzi pubblici.

I grandi eventi saranno vietati fino al 31 agosto 2020, inclusi i vari “festival della birra”, come sottolineato dal Primo Ministro bavarese Markus Söder.

“Abbiamo realizzato qualcosa”, ha dichiarato la cancelliera, “Il nostro sistema sanitario può essere mantenuto attivo grazie alle rinunce che i cittadini hanno fatto seguendo le restrizioni”. Ha tuttavia anche parlato di “fragile successo provvisorio” e ha esortato chiunque viva in Germania ad andare avanti nel rispetto delle regole, senza allentare troppo il controllo.

“Dovremo convivere con il virus fino a quando non ci saranno un vaccino e una cura. Per questo dobbiamo continuare ad agire con cautela”, ha rilanciato Söder e di sicuro i suoi argomenti pesano in modo particolare, considerando quanto duramente la Baviera sia stata colpita dal Coronavirus.

Attualmente Monaco registra più morti di Berlino, contando però un terzo della popolazione. E molto probabilmente l’escalation dei contagi e dei decessi sarebbe stata molto peggiore, se non avesse attivato il lockdown.