La Berlino Olimpica si rifà il look (a suon di milioni)

Il villaggio olimpico di Charlottenburg ha decisamente bisogno di una mano di vernice fresca. Per questo il Senato di Berlino ha deciso di stanziare 80 milioni di euro, in modo tale da avviare una graduale ristrutturazione degli impianti costruiti in occasione dei Giochi Olimpici del 1936.

Ad eccezione dello Stadio Olimpico, il cui rinnovamento è già stato attuato, le altre strutture necessitano di essere modernizzate e, in alcuni casi, uniformate alle norme di sicurezza vigenti in Germania. Del resto dopo il ritiro dell’esercito britannico, che fino al 1994 ha tenuto il suo villaggio proprio all’interno del Parco Olimpico, molti edifici non sono mai stati riparati.

La vecchia (e fatiscente) struttura della Sporthalle, utilizzata come hangar e magazzino dai militari inglesi, diventerà una palestra. Qui entro il 2015 si trasferirà la scuola calcio dell’Herta BSC, dove la prima squadra di Berlino scopre e coltiva i nuovi talenti del pallone, attualmente situata a Halemweg. Il costo si aggira intorno ai 5 milioni di euro.

L’opera più imponente riguarderà invece la messa a nuovo della piscina olimpionica e delle tribune circostanti. Qui verranno investiti oltre 17 milioni di euro: l’obiettivo è quello di creare uno stadio per il nuoto all’avanguardia entro il 2016. Inoltre verranno costruiti un Museo dello Sport (otto milioni di euro) e sarà modernizzato il vicino ippodromo (costerà attorno ai 13,5 milioni). La maggior parte della spesa sarà inserita nel bilancio 2014/2015.

Leggi anche: La pazza idea di Wowereit: le Olimpiadi di Berlino 2024

facebook
Twitter
Pinterest