Berlino, arrestato altro presunto ex terrorista della RAF, ma è l’uomo sbagliato

scambio daniela klette sbagliato casa dello studente

Dopo l’arresto di Daniela Klette, presunta ex terrorista della Frazione Armata Rossa (RAF), martedì a Berlino è stato arrestato un altro presunto ex terrorista, che però alla fine è risultato essere l’uomo sbagliato. Non era infatti uno dei due ricercati, Burkhard Garweg ed Ernst-Volker Staub.

La notizia è stata riportata dall’agenzia di stampa AFP, che cita fonti investigative. Resta in stato di fermo Klette, arrestata lunedì sera nel distretto berlinese di Kreuzberg, dopo 30 anni di latitanza.


daniela klette

Leggi anche:
Arrestata a Berlino Daniela Klette, ex terrorista della RAF. Usava un passaporto italiano

Era l’uomo sbagliato, il presunto ex terrorista arrestato a Berlino

Intanto, le autorità di polizia hanno rilasciato l’uomo erroneamente arrestato, come comunicato mercoledì mattina ad Hannover dalla Polizia Criminale della Bassa Sassonia. Di conseguenza proseguono le ricerche dei due uomini ancora in fuga.

“Non ci sono dubbi, l’individuo fermato non è uno dei due criminali ricercati” ha dichiarato un rappresentante delle forze dell’ordine, mentre il presidente della Polizia Criminale, Friedo de Vries, ha precisato che si trattava di un uomo riconducibile alla “fascia d’età” del ricercato. Non si tratta del primo “falso allarme” collegato alla vicenda. Di recente, infatti, presso la stazione centrale di Wuppertal, un passeggero era stato fatto scendere da un treno e arrestato perché erroneamente scambiato per Staub da un testimone.

I ricercati appartengono alla terza generazione della “Frazione Armata Rossa”

La procura di Verden e la Polizia Criminale della Bassa Sassonia cercano da decenni gli ex terroristi appartenenti alla cosiddetta terza generazione della Frazione Armata Rossa (RAF), già Banda Baader-Meinhof. Si ritiene che i militanti di questa generazione siano responsabili, tra le altre cose, dell’uccisione dell’allora presidente della Deutsche Bank, Alfred Herrhausen, e di Detlev Karsten Rohwedder, manager della Treuhandanstalt e responsabile della privatizzazione del patrimonio statale dell’ex DDR, la Repubblica Democratica Tedesca.

A Ernst-Volker Staub, Daniela Marie Luise Klette e Burkhard Garweg vengono contestati i reati di tentato omicidio e una serie di rapine che, stando all’accusa, sarebbero state commesse per finanziare la loro latitanza. I tre risultavano già irreperibili negli anni novanta.

Indizi di DNA avrebbero portato gli inquirenti a ipotizzare un loro coinvolgimento in assalti a furgoni portavalori e supermercati tra il 1999 e il 2016. I colpi sarebbero stati messi a segno a Osnabrück, Wolfsburg e Stuhr, nella Bassa Sassonia, oltre che a Hagen e Bochum-Wattenscheid nel Nord Reno-Westfalia.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!