Ancora manifestazioni contro l’estrema destra in tutta la Germania: oltre 300.000 in piazza

Manifestazioni contro l-estrema destra in tutta la Germania
Manifestazione contro l'estremismo di destra davanti al palazzo del Reichstag, sede del Parlamento tedesco, a Berlin. 3 febbraio 2024. Foto: EPA-EFE/CLEMENS BILAN

Nel fine settimana, centinaia di migliaia di person sono nuovamente scese in piazza, in Germania, per partecipare alle numerose manifestazioni contro l’estrema destra che si sono svolte in tutto il Paese. Solo a Berlino, la polizia ha riportato la presenza di oltre 150.000 persone per la manifestazione intorno al Reichstag (300.000 secondo gli organizzatori). Tutta l’area intorno al parlamento tedesco era completamente gremita, tanto che la polizia, che era presente con 700 agenti, ha consigliato ben presto di non cercare più di avvicinarsi, vista l’impossibilità di arrivare alla piazza. Per cercare di contenere l’afflusso, la stazione della metropolitana Bundestag è stata chiusa, il che ha creato enorme affollamento nelle altre stazioni della metro e dei treni suburbani del centro città.

La protesta è stata organizzata sotto lo slogan ormai celebre “Wir Sind die Brandmauer”, ovvero “noi siamo la barriera” contro l’estrema destra. Molti cori e striscioni esposti erano specificamente diretti contro AfD e i suoi rappresentanti. Erano presenti anche la leader dell’SPD Saskia Esken e il ministro della Salute Karl Lauterbach (SPD), con uno striscione che recava la scritta: “Mostriamo il cartellino rosso ai nazisti”.


Leggi anche:
Centinaia di migliaia di tedeschi contro l’estrema destra: 100.000 solo a Berlino

La manifestazione era stata concepita come “catena umana”, per proteggere simbolicamente le istituzioni tedesche dall’estremismo. Per questo, migliaia di persone si sono tenute per mano e hanno alzato le braccia, intonando cori contro l’estrema destra e contro il razzismo.

Manifestazioni contro l’estrema destra in diverse città tedesche

Dimostrazioni simili si sono svolte in numerose altre città tedesche. Quasi 25.000 persone si sono radunate ad Augsburg, secondo la polizia, 25.000 a Norimberga, circa 30.000 a Friburgo – dove alla manifestazione hanno aderito oltre 300 organizzazioni, tra cui la squadra di calcio della Bundesliga SC Friburgo, sindacati e perfino chiese, oltre 7.000 a Hannover – con una catena umana intorno al Parlamento della Bassa Sassonia. Anche a Dresda, migliaia di persone sono scese in strada. Inizialmente, si è tenuto un comizio nella Piazza del Teatro, dopodiché una processione ha attraversato il centro storico: gli organizzatori parlano di 30.000 partecipanti, mentre la polizia non ha diffuso numeri precisi. Circa 10.000 persone hanno partecipato alle manifestazioni di a Krefeld e Mainz, mentre a Saarbrücken, secondo gli organizzatori, i partecipanti sarebbero stati oltre 15.000.

Il Cancelliere Olaf Scholz (SPD) ha descritto le dimostrazioni come un “segnale forte” a favore della democrazia e della Costituzione tedesca e immagini delle piazze piene sono comparse sul suo account Instagram ufficiale. Il leader dell’AfD Tino Chrupalla, ha definito le numerose manifestazioni nel Paese come una manovra di distrazione da parte del governo, che, sostiene, avrebbe strumentalizzato il dissenso.

Le proteste, lo ricordiamo, sono state iniziate dopo che un articolo della redazione Correctiv ha riportato un incontro dell’estrema destra tenutosi a Potsdam il 25 novembre, al quale hanno partecipato anche politici dell’AfD e alcuni membri della CDU e del gruppo ultraconservatore WerteUnion.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!