Fuori dal ring, visitare Bernau. Berlino Explorer consiglia

Bernau Foto: @Z.Munizza

Fuori dal Ring, una rubrica a cura di Zuleika Munizza – Berlino Explorer

Cari lettori, siamo felici di offrirvi una serie di articoli con consigli e spunti per passare una o più giornate “fuori dal Ring”, dove il Ring è l’anello ferroviario che circonda Berlino e identifica quindi il cuore della città. Insomma, vi proponiamo delle belle “gite fuori porta” e una serie di idee originali su come trascorrere un giorno o un weekend lungo in aree vicine a Berlino, che risultino interessanti da un punto di vista architettonico, storico e naturalistico.

Non sempre siamo a conoscenza delle bellezze che possiamo trovare a un raggio di pochi chilometri e a volte lo stupore è letteralmente dietro l’angolo e quando non lo è possiamo sfruttare al meglio il Deutschlandticket! Per fortuna, c’è Zuleika Munizza, di Berlino Explorer, che è sempre generosa nel condividere con tutti noi e voi i risultati delle sue esplorazioni!


Leggi anche:
Fuori dal ring, visitare Brandenburg an der Havel: Berlino Explorer consiglia

Alla scoperta di Bernau

Bernau, a pochi chilometri da Berlino, raggiungibile con la linea S2 o il regionale R3, rappresenta un ottimo spunto per una gita fuori porta in giornata.

L’ho scelta come punto di partenza per raggiungere le sponde del Leipnitzsee a piedi, ma mi sono imbattuta in un complesso che ha immediatamente attirato la mia attenzione e quindi al lago non sono mai arrivata. Parole chiave: Federazione sindacale tedesca, progetto Bauhaus e patrimonio Unesco.

Bernau @Z.Munizza

Prima di raccontarvi della nuova scoperta, consiglio di attraversare Bernau, che offre diversi spunti interessanti. Il cuore della città vecchia è circondato da resti delle mura medievali, con tanto di torri difensive e porta d’accesso principale, che ospita oggi il museo della città. Il tutto circondato da un parco verde creato sugli antichi fossati, punteggiato da sculture contemporanee.

Si possono ravvisare spunti di archeologia industriale nella bellissima torre dell’acqua in stile neogotico che fa capolino poco distante da un’antica struttura gasometrica ristrutturata, mentre la sala forni è uno spazio dedicato ad eventi.

Bernau. Torre @ Z.Munizza

Il consiglio è di fare un giro anche a piedi per attraversare il cuore di Bernau e assaporarne anche i contrasti tra vecchie e nuove costruzioni.

Superata la Steintor si esce dal nucleo cittadino e dopo un doveroso passaggio all’immancabile cimitero socialista, seguendo la Wandlitzer Chausee si arriva, in 5 km, al Bauhaus Denkmal.

Per chi come me preferisce camminare o pedalare sempre nel verde, consiglio di seguire il sentiero che corre parallelo alla strada, sterrato ma praticabile.

Bauhaus Denkmal: un edificio incredibile

Arriviamo quindi in quella che nasce nel 1930 come scuola della Federazione sindacale tedesca generale, progettata su disegno degli architetti H. Meyer con H. Wittwer ed edificio storico dal 1977.

Smantellata dai nazionalsocialisti nel 1933, è diventa scuola di addestramento del servizio di sicurezza del Reichsführer fino all’occupazione sovietica, quando è entrata in uso come ospedale militare per l’Armata Rossa e in seguito scuola di formazione “Fritz Heckert” per la Federazione dei sindacati tedeschi liberi (FDGB).

Bernau. Bauhaus Denkmal @ Z.Munizza

La Camera dei mestieri di Berlino ne ha finanziato la ristrutturazione a fine anni ’90 e l’edificio è patrimonio mondiale Unesco dal 2017, con centro visitatori completato entro l’autunno 2021.

Immerso in una radura tra pinete e un piccolo lago in un paesaggio idilliaco, il complesso progettato da Meyer, direttore della scuola di Dessau, è composto da una serie di strutture con varie funzioni che si inserisce perfettamente nel paesaggio naturale.

Bernau. Bauhaus Denkmal @Z.Munizza

Disegnare tanti oggetti architettonici di diverse dimensioni, e non un unico edificio, permette di creare un dialogo continuo tra interno ed esterno, mediante ampie vetrate che danno la sensazione di non essere mai chiusi, ma sempre in contatto con il verde.

Un forte legame con la natura è esaltato dalla vista continua verso l’esterno e un’illuminazione naturale per tutte le 60 camere doppie. Un concetto di convivenza socio-educativa completamente nuovo, che trova espressione nel progetto sperimentale.

L’architetto gioca con motivi propri dell’architettura industriale nelle forme e nei materiali, le strutture sono in mattoni a vista e l’edificio della reception sembra l’ingresso di una fabbrica. Dominano i tre camini dell’impianto di riscaldamento e il cubo a blocchi dell’auditorium.

Agli alloggi si accede lateralmente, attraverso un corridoio vetrato coperto che corre lungo tutto l’edificio, intorno al perno della mensa. Meyer crea nell’area funzionale di accesso uno spazio pubblico trasparente, che può essere utilizzato per muoversi in caso di pioggia.

Il complesso scolastico è immerso nel verde, con sale per seminari e sala lettura e non mancano gli impianti sportivi, al chiuso e all’aperto. Gli insegnanti e il personale hanno alloggi con case indipendenti e giardino privato, che coronano l’ala scolastica.

Mi sono persa in questa meravigliosa estetica funzionale ed elegante senza riuscire a raggiungere il lago, ma ne è davvero valsa davvero la pena. Volendo proseguire in altri 6 Km si arriva al Liepnitsee, oppure c’è un’altra chicca nelle vicinanze.

Bernau. Palestra. Foto risalente al 2012. @ Z.Munizza

Consiglio aggiuntivo

Se l’archeologia industriale appassiona voi quanto me, poco distante dalla stazione S-Bahn noterete un grande nuovo quartiere. Sull’area, dal 1848 in poi, è stato costruito il più grande complesso militare di Berlino: guarnigioni, piazza d’armi, casino per ufficiali e diverse fabbriche tra le quali l’Heeresbekleidungsamt, deposito centrale di produzione delle uniformi militari. Otto edifici in klinker a forma di arco, interconnessi tra loro.

Sequestrato dai sovietici al termine del secondo conflitto mondiale, è stato usato come deposito per il bottino di guerra fino al 1947 e come Panzer Kaserne fino agli anni ‘90.

Oggi le strutture, poste sotto tutela del patrimonio architettonico, sono parte di un grande nuovo quartiere residenziale, Vital Quartier Panke Bogen. (in Panke Bogen Schönfelder Weg 17 c’è l’ingresso principale del nuovo quartiere, costruito sull’ex caserma militare).

Buon giro e Viel Spass!

Come arrivare a Bernau bei Berlin

Treno Regionale R3 da Hauptbahnhof

Foto e Ricerche a cura di: Z. Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza visite guidate.

Per ricevere la Newsletter con aggiornamenti sui tour e le novità ed entrare nella community di Explorer qui c’è il link diretto per l’iscrizione.

Per Info: [email protected], Pagina Facebook

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!