Dietrofront sul welfare: Lindner blocca reddito di cittadinanza per il 2025

welfare contro Christian Lindner fracking
Il ministro delle finanze Christian Lindner (FDP) Foto: EPA-EFE/MICHAEL SOHN / POOL

L’aumento delle prestazioni assistenziali in Germania all’inizio dell’anno non è mai stato visto di buon occhio dal Ministro delle Finanze Tedesco Christian Lindner (FDP). Lindner ha reso chiara la sua posizione sul welfare in diverse occasioni, non ultimo il discorso fatto alla manifestazione degli agricoltori di gennaio. Fra i fischi della folla, Lindner ha urlato ai manifestanti che il motivo per cui i loro sussidi venivano tagliati era che “da qualche parte, qualcuno sta ricevendo soldi per non fare niente”. Il concetto, va detto, non ha impressionato la folla, che ha continuato a rumoreggiare. Dai discorsi, però, Lindner sembra aumentato a passare ai fatti e ha annunciato che, dopo gli aumenti del reddito di cittadinanza già approvati e implementati, non ce ne saranno altri: le cifre resteranno congelate nel 2025.

Gli aggiustamenti al welfare fatti calcolando un’inflazione più alta: per questo Lindner vuole congelare il RdC

L’intento, secondo quanto il Ministro ha dichiarato giovedì sera al programma della ZDF “Maybrit Illner”, è quello di compensare un aumento “sproporzionato”. Il motivo per cui l’aumento sarebbe stato eccessivo, ha continuato Lindner, è che perché quando è stato confermato, il tasso di inflazione ipotizzato per il gennaio 2024  sarebbe stato completamente diverso da quello reale.

All’inizio dell’anno, il Reddito di cittadinanza è aumentato in media di circa il 12% rispetto al 2023. Per gli adulti single, per esempio, questo tasso si traduce in un aumento di 61 euro, che porta la prestazione sociale alla cifra di 563 euro al mese. Gli adulti che vivono con un partner, invece riceveranno un massimo di 506 euro. Per i bambini e i giovani, le tariffe sono comprese tra i 357 e i 471 euro, a seconda dell’età.

Il tasso standard del reddito di cittadinanza, come del resto quello di altre prestazioni sociali, viene adeguato annualmente in base ai prezzi e ai salari e tiene conto dell’inflazione. Secondo il ministro, questa politica ha portato ad arrotondare generosamente per eccesso nell’ultimo anno.

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte su Facebook!